TOMELLINI – FRANZETTI – PLOTINO Concerto per il Parco Nazionale del Gran Paradiso 10 dic. Cogne Val d’Aosta

elisa-tomelliniSabato 10 dicembre, alla Maison de la Grivola di Cogne (rue Bourgeois, ore 17.00) in occasione dei festeggiamenti per il 94° compleanno del Parco Nazionale del Gran Paradiso organizzato assieme al Comune e al Consorzio Operatori Turistici, si svolgerà il concerto del trio formato da Elisa Tomellini al pianoforte, Luca Franzetti al violoncello e Giulio Plotino al violino. In programma musiche di Mendelssohn (Trio N. 1 Op. 49 in Re min.) e Piazzolla (Quattro Stagioni). All’interno della manifestazione è prevista un’esposizione della pittrice Barbara Tutino, residente a Valnontey.

Il famoso quotidiano inglese “The Guardian” annovera Elisa Tomellini fra i più brillanti talenti di questa  eccezionale generazione di giovani pianisti. Elisa, genovese di nascita, ha cominciato lo studio del pianoforte all’età di cinque anni sotto la guida di Lidia Baldecchi Arcuri. Ha proseguito la propria formazione con Ilonka Deckers-Kuszler a Milano e con Laura Palmieri a Verona; a sedici anni viene ammessa alla prestigiosa Accademia Incontri col Maestro di Imola dove studia con Alexander Lonquich, Riccardo Risaliti, Franco Scala, Joaquín Achúcarro e Piero Rattalino. Ha seguito inoltre numerose master class tenute da importanti maestri quali Maurizio Pollini, Sviatoslav Richter, Lazar Berman.

Consegue il diploma, con il massimo dei voti e la lode, presso il Conservatorio G. Verdi di Milano nel 1997 e continua a perfezionarsi con Vincenzo Balzani, col quale amplierà il proprio repertorio e la tecnica strumentale.

Vincitrice o premiata in numerosi concorsi internazionali, fra cui il Viotti Valsesia, il Concorso di Cantù, il Concorso Città di Pavia, solo per citarne alcuni, Elisa Tomellini è stata definita dalla rivista Piano Time un promessa del pianismo italiano.

Si è esibita in recital e con orchestra in Italia e all’estero per numerose associazioni e teatri fra cui la Società dei Concerti di Milano, il Teatro Carlo Felice di Genova, l’Orchestra del Teatro Filarmonico di Verona, ed è stata protagonista di tour in Slovenia, Ungheria e Romania. Alcuni dei suoi concerti sono stati trasmessi da Rai Radio 3.

Dopo un periodo sabbatico dedicato a esplorare e scalare montagne in molte località del mondo, Elisa torna al concertismo debuttando al Kennedy Center di Washington e in Germania al Gewandhaus di Lipsia.

Ha registrato per l’etichetta Vermeer e  il suo  nuovo CD per l’etichetta Piano Classics è interamente dedicato ad opere inedite di Sergej Rachmaninov fra cui la ritrovata Suite in re minore.

Attiva anche nella musica da camera, Elisa, ha suonato con Andrea Bacchetti, Olaf Jhon Laneri, Giulio Plotino, Cristiano Rossi, Luca Franzetti, Bin Huang e Massimo Quarta.

Elisa Tomellini si dedica ad un ampio repertorio che spazia da quello romantico e russo –  cui spesso dedica interi recital – fino all’opera di Astor Piazzolla, di cui esegue arrangiamenti da lei stessa composti.

 

Nato a Parma nel 1969, Luca Franzetti si avvicina al violoncello a 17 anni dopo aver studiato violino, chitarra e pianoforte. Inizia a suonare in orchestra all’età di 18 anni. Dopo essere stato primo violoncello in orchestra italiane quali la Toscanini di Parma, il Teatro Bellini di Catania e L’Orchestra Stabile di Bergamo, a 30 anni ricopre il posto di Primo Violoncello dell’Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi, con Riccardo Chailly come direttore stabile. Qui ha avuto l’occasione di lavorare con grandi artisti come Rudolf Brasai, George Prétre, Sara Mingardo, Vladimir Jurowsky, Elene Grimaud, Sir Charles Mc Erras, stringendo con alcuni di loro anche rapporti di profonda amicizia.Questa esperienza è stata la base di tutto ciò che è seguito dopo. Parallelamente, ha svolto attività di primo Violoncello per la Sottish Chamber Orchestra di Edimburgo, la Royal Philharmonic of Flanders di Anversa e l’Operanorth di Leeds (UK). Nel 2004 Luca inizia a collaborare con Claudio Abbado (conosciuto già nel 1996 nella Gustav Mahler Jugend Orchester), entrando nell’organico della sua ultima creazione: L’Orchestra Mozart di Bologna e, in seguito, membro dell’Orchestra del Festival di Lucerna, nella quale convergono i migliori musicisti delle grandi orchestre d’Europa (Berliner, Wiener, Concertgebouw,ecc.).E’ stato docente presso la Scuola di Musica Di Fiesole dal 2010 al 2015 per l’Orchestra Giovanile Italiana e dal 2013 L’Istituto Musicale di Reggio Emilia gli ha dato la cattedra di Violoncello, ruolo che tutt’oggi ricopre.

Oggi la sua carriera si focalizza sul repertorio solistico; esegue regolarmente recitals e concerti da solista  in Italia, Svizzera Norvegia e Giappone, alcuni dei quali trasmessi sul canale Sky Classica HD. Si era già esibito con grandi musicisti provenienti da esperienze molto diverse tra loro, Christopher Hogwood, Mario Brunello, Giovanni Sollima, Wolfram Christ, Lucio Dalla, Enzo Jannacci, Steward Copeland, Fabio Vacchi, Bruno Giuranna. Dopo aver inciso due dischi per Sony Classical e Bottega Discantica insieme al’Ensemble “Silete Venti!”, ha appena finito di registrare un nuovo CD dell’integrale delle Suites per Violoncello do J.S. Bach, che uscirà a Natale nei negozi.

 

Nato a Genova, Giulio Plotino si è diplomato al Conservatorio N.Paganini sotto la guida di Joseph Levin e Mario Trabucco. Ottenuto il “Solisten Diplom” alla Hogeschool voor de Kunsten di Utrecht nella classe di Philipp Hirschhorn si è successivamente perfezionato nelle classi di Salvatore Accardo, Boris Belkin, Thomas Zehetmair, Christoph Poppen, Rodney Friend, Giuliano Carmignola ed i membri del Quartetto Italiano, Quartetto Amadeus e Quartetto Alban Berg. Ha vinto il Primo Premio al Concorso “Premio Città di Vittorio Veneto” nel 1999 ed il Quarto Premio al Concorso Paganini di Genova nel 2002.

Da sempre impegnato nel repertorio contemporaneo ha collaborato con alcuni tra i più importanti compositori tra i quali: Luciano Berio, Fabio Vacchi, Salvatore Sciarrino e Sylvano Bussotti incidendo la “Sequenza VIII” di Luciano Berio in un disco dedicato a Berio e Maderna. Nel 2011 in seguito ad una tournée internazionale in veste solistica con Andrea Marcon e la Venice Baroque Orchestra, ha debuttato al Lehman Center di New York ed al Styriarte Festspiele di Graz, dove in diretta radiofonica per la Radio Austriaca ha riscosso grande successo di pubblico e critica. Si è esibito con le orchestre del Teatro la Fenice di Venezia, Teatro Carlo Felice di Genova, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orquesta Metropolitana de Lisboa, West Australian Symphony Orchestra, Orchestra dello Stato di Ucraina sotto la direzione di Simone Young, Andrea Marcon, Ottavio Dantone, Paul Daniel, Micheal Boder, Lev Markiz, Otto Tausk ed altri. Già Primo Violino di Spalla del Teatro La Fenice di Venezia e Concertmaster della West Australian Symphony Orchestra è stato invitato a ricoprire lo stesso ruolo presso il Teatro alla Scala di Milano, la London Philharmonic Orchestra, la Orquesta Sinfonica de Barcelona e la Malaysian Philharmonic Orchestra, collaborando con direttori quali: Kurt Masur, Lorin Mazel, Sir Colin Davis, Daniel Harding, Myun Wun Chung, John Eliot Gardiner, George Pretre, Daniele Gatti, Riccardo Chailly Vladimir Jurowsky, Dimitri Kitayenko. Ha inciso per Brilliant Classic, Dynamic, Arts e Limen.

 

Contatti Ufficio Stampa Elisa Tomellini: Top1 Communication Cell. +39 347 0082416

Mail: segreteria@top1communication.eu

69total visits,1visits today