Sto portando “Ziki Zaka” in giro per l’Italia. Intervista a YULLA

Yulla01

È in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “ZIKI ZAKA”, il nuovo singolo della cantante reggiana YULLA, spesso al centro del gossip. Il brano, in pieno stile reggaeton, anticipa il disco di inediti in uscita entro la fine dell’anno.

 

Ciao Yulla. Com’è nata la tua passione per la musica e quali sono stati i tuoi inizi?
La passione per la musica è mia da sempre. La grande fortuna è aver trasformato questa passione in lavoro; anni di live nei locali, nei club e nelle piazze, batterista, produttrice, autrice ed ora cantante. Ho toccato e sperimentato vari generi tra rock, pop e dance. Ad oggi la mia identità si radica sempre più nel Reggaeton… ora sento di aver molto da dare con questo genere.

Il tuo nuovo singolo “Ziki Zaka” è la sigla ufficiale dei concorsi Miss Grand Prix e Mister Italia. Una bella soddisfazione… come hai accolto la notizia?
Con grande gioia! È una gratificazione non da poco sapere che la tua canzone è stata scelta come sigla spot di un concorso così importante a livello nazionale; significa che i sacrifici, le notti insonni e tutta la fatica e la concentrazione che servono per realizzare un brano non sono state vane.

C’è un aneddoto nella tua vita di cantante che ti è particolarmente caro?
Ogni volta che mi esibisco sul palco è un’emozione unica. Incontrare i fans, quelli che ogni giorno mi seguono e mi supportano sui social mi dà un’adrenalina incredibile, ogni volta è speciale!

 

Quali doti, secondo te, sono in genere necessarie per emergere?
Magari bastassero le doti! Conosco artisti, cantanti e musicisti bravissimi che non trovano spazio nell’ambiente musicale, in questo nuovo mondo della musica non esiste meritocrazia, questo è palese. Per emergere comunque servono sempre di base delle belle canzoni, serve la così detta gavetta, una buona parte di umiltà. conoscenze e denaro. Un mix di cose difficili da avere ma…ci si prova sempre.


I cambiamenti del XXI secolo come influenzano le tue composizioni musicali?
Ogni generazione ha la sua musica e il suo genere. Per me una bella canzone è una bella canzone, qualsiasi genere sia; ascolto le parole, la melodia e se mi dà qualsiasi tipo di emozione ha vinto.  Non mi faccio condizionare dai generi nuovi anzi me li studio e spesso scopro anche cose molto interessanti.                                                               Comunque io sono io e cerco di rimanere tale.

 

È arrivata l’estate quali sono i tuoi progetti per la bella stagione?
Siamo in giro per l’Italia già da un po’ di tempo. Tra ospitate nei locali, nelle piazze con le radio, presentazioni del singolo ed esibizioni, all’ interno delle serate Miss Grand Prix e Mr Italia.  A settembre presenterò un nuovo singolo e nel mese di novembre uscirà l’album con allegato un libro scritto da me, il mio primo lavoro come scrittrice, un’autobiografia non convenzionale molto diversa da ciò che u

Ti potrebbe interessare anche...