Stefano Fucili: dal 28 giugno in radio il singolo “Ballare ballare” Un inno alla voglia di liberazione…dei sensi, del movimento, dell’amore

Da venerdì 28 giugno è in radio e disponibile in digital download e sulle principali piattaforme streaming “BALLARE BALLARE” (RNC Music), il nuovo singolo del cantautore STEFANO FUCILI. Il brano è un inno alla voglia di liberazione…dei sensi, del movimento, dell’amore. Tutti abbiamo avuto i nostri giorni di stress da troppo lavoro, di monotonia, di mille caffè al giorno ma quando meno te l’aspetti in un bar, in discoteca, in una metropolitana scatta la scintilla. Quell’incrocio di sguardi, il colpo di fulmine che ti fa fare pari con la vita e ti pervade di gioia, di voglia di ballare, di essere libero. Il pezzo esce in Italia e all’estero per RNC Music, storica label di Nico Spinosa, che vanta successi internazionali nei generi più diversi, dalla dance al rock.

  • Come mai hai scelto “Ballare ballare” come singolo per presentare il tuo disco?

Insieme alla casa discografica RNC Music e al mio manager Giordano Donati, abbiamo pensato che Ballare Ballare fosse il pezzo ideale per iniziare questo mio nuovo percorso musicale, sia perché è rappresentativo della nuova anime dei brani che comporranno il nuovo progetto discografico in stile electro-pop, sia perché è la più adatta all’estate.

  • Che tipo di messaggio vuoi lanciare con la tua musica?

L’idea di fondo delle canzoni che ho scritto recentemente, per il nuovo album, è che il mondo di oggi ci porta a vivere sempre più velocemente e ci carica di tanti piccolo grandi stress,  ma forse dovremmo riuscire a fermarci di più per godere il bello della vita e i rapporti umani.

  • Quali sono stati i ‘colpi di fulmine’ che hanno segnato la tua vita?

I colpi di fulmine possono essere di vario tipo, per una donna come per un’idea come per la musica.

  • Cosa pensi possa dare la scossa all’io burattino, come nella metafora del tuo video, che abbiamo tutti dentro per farlo tornare a ‘vivere’ libero? La musica, l’amore?

In parte ho già risposto sopra, sì,  nella mai idea il concetto di ‘Ballare Ballare’ significa liberarsi dalle sovrastrutture, dai pensieri della vita di tutti i giorni, lasciarsi andare alle emozioni, anche attraverso l’energia della musica e sicuramente del contatto umano, in una parola dell’amore.

  • Come è stata la tua collaborazione con il grande Lucio Dalla e cosa conservi di quel periodo?

Lucio è stato il mio primo discografico, produsse con la sua casa discografica Pressing i miei primi singoli diversi anni fa, Chiara e Bonsai. Con lui ebbi la meravigliosa opportunità di scrivere il brano Anni Luce che cantò nel suo album Luna Matana. Lucio era un folletto geniale, estremamente divertente che ti dava fiducia e ti trattava sempre al suo pari. Da lui ho imparato tante cose su come scrivere una canzone. Lucio ci ha lasciato un patrimonio immenso, le sue straordinarie canzoni senza tempo, tuttora attualissime.

  • Con quali artisti del panorama italiano o internazionale ti piacerebbe collaborare?

Seguo con molto interesse la nuova scena Italiana indie che è per me fonte di ispirazione, e in questo momento stimo molto Jovanotti per la sua energia nei live e per la sua ecletticità musicale. Degli artisti stranierei sono un fan di Ed Sheeran

  • Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

In questi giorni sto registrando la versione spagnola di Ballare Ballare per il mercato latino, e questa estate mi dedicherò alla promozione di Ballare Ballare. Inoltre lavorerò alla produzione degli altri pezzi del disco insieme a Raf Marchesini e Giordano Donati. Parallelamente sarò in rigo per l’Italia con il Tour di Piazza Grande omaggio a Lucio Dalla, un progetto a lui dedicato che dal 2012 ad oggi sto portando in piazze e teatri con un grande riscontro di pubblico, che ama ancora Lucio. In autunno è prevista l’uscita di un nuovo singolo e un tour nei club con i brani del mio nuovo album.

 

Ti potrebbe interessare anche...