SE SOLAMENTE TU DI ALISIA JALSY

Giovanissima (classe 1999), ma già con le idee chiare e con un curriculum degno di una veterana, Alisia Jalsy, al secolo Alisia Ingrassia, con il suo primo singolo, SE SOLAMENTE TU,scritto e composto da lei stessa, fa il suo debutto in radio proprio questa settimana.

SE SOLAMENTE TU è un brano che non colpisce al primo ascolto ma che conquista già dal secondo, grazie all’eleganza con Alisa riveste ogni singola nota- facendoci calare, in pochi minuti, in atmosfera onirica- dove la sua voce ci fa incontrare immagini, le quali prendono la forma e il colore della natura.

Un sound retrò con sfumature Jazz presenti anche nella calibratura vocale che riesce a riportarci indietro nel tempo, per immortalare una musica e un canto che fanno di SE SOLAMENTE TU un brano dalla mille sfaccettature come è la tonalità cangiante di Alisa.

“La pioggia cade non c’è più il sole…” : una fotografia che prospetta l’anima di Alisia, resa triste dall’assenza di quella luce che prima la riscaldava e le apportava la vitalità che ora, a poco a poco, s’indebolisce, proprio come debole è il sole in un giorno di pioggia. “E’ Triste dover curare un fiore che appassisce”, afferma perentoriamente Alisia, personificando il proprio stato d’animo, in un elemento naturale che senza la luce solare, non può che veder svanire la sua bellezza, svilito da una pioggia ininterrotta. Una pioggia che diventa un “lago in cui mi immergo , in cui mi lavo, in cui mi perdo, mi immergo”: sono le lacrime di Alisia, scese inarrestabili per il dolore di una storia d’amore agli sgoccioli e che ha lasciato cadere tutto la sua essenza, in questo lago di lacrime dove Alisia si ritrova ora immersa: “Se solamente tu capissi quando le palpebre si bagnano e non per la pioggia ma è per come sto e anche io appassirò.”Acqua come le gocce di questo amore, ancora troppo vivo per poterlo dimenticare, l’acqua della pioggia che spegne la fiamma del sole e, l’acqua di un pianto non trattenuto ma che lascia sgorgare ogni lacrima del suo dolore.

L’immersione in un’atmosfera leggiadra, dove la natura rispecchia sentimenti e sensazioni di una giovane ragazza, la quale ha scritto e composto un brano morbido e intenso, dove il cuore di ascolta è accarezzato come la batteria che risuona nel pezzo.

Sonia Bellin.