Muoviti Svelto annunciato il titolo del nuovo disco di Zibba e Almalibre

MUOVITI SVELTO: annunciato il titolo del nuovo disco di ZIBBA e Almalibre in uscita nei prossimi mesi

zibba almalibreIl titolo, scelto attraverso un concorso virale, è il manifesto di un pensiero profondo che caratterizza questo nuovo importante lavoro.

A dare il via a quest’avventura sarà il primo clip del Video Diario in sei puntate prodotto da Nicolò Puppo che racconterà in poche intense immagini la creazione del disco in Spagna

Videodiary #1 Muoviti Svelto – Zibba e Almalibre

http://youtu.be/Puocyls1PDE

Le puntate del video diario avranno cadenza bisettimanale che accompagneranno fino all’uscita del disco.

#zibba #muovitisvelto

BIO

Una delle più interessanti realtà del nuovo cantautorato italiano. In bilico tra il roots rock e la poetica dei grandi cantautori, altalenando tra echi jazz e ritmi in levare, nel 1998 forma la band Zibba e Almalibre.

Nel 2003 pubblicano il primo disco, “L’ultimo giorno”, grazie al quale salgono sul palco del Primo Maggio di Roma, e partecipano a diverse trasmissioni tv.

Nel 2006 pubblicano il disco “Senza smettere di far rumore” che li porta al grande pubblico con il singolo “Margherita”, interpretato con Tonino Carotone e tuttora programmato dalle radio.

Un lungo tour come supporter di grandi artisti porta Zibba a suonare in tutta Italia.

Nel 2010 esce il disco “Una cura per il freddo” e la band viene invitata al Premio Tenco 2010.

Zibba vince il premio Leo Chiosso al Salone Internazionale del libro di Torino e nel 2011 due dei più importanti premi del mondo cantautorale italiano, ovvero il Premio Bindi e il premio L’artista che non c’era.

Nel febbraio 2011 Zibba e Almalibre sono ospiti di Serena Dandini in due puntate del programma “Parla con me” su Rai 3.

Inoltre, pubblicano una versione del brano “Una parola, illumina” con la partecipazione di Bunna, leader degli Africa Unite, il singolo “Ordine e gioia” con la voce di Maurizio Lastrico e nel settembre 2011 il singolo “Una parte di te” con la partecipazione si Federico Zampaglione, leader dei Tiromancino.

Nel maggio 2012 esce il quarto disco “Come il suono dei passi sulla neve” che vince il premio più prestigioso della musica Italiana: la Targa Tenco come miglior album in assoluto. Registrato in un forno per mattoni, il disco è un passo di maturità artistica e consapevolezza per questo artista ed una rinnovata band. All’album partecipano diversi ospiti tra i quali Roy Paci, Eugenio Finardi, Vittorio De Scalzi, Adolfo Margiotta, Gianluca Fubelli e molti altri.

Nel maggio 2013 Zibba e Almalibre pubblicano un nuovo disco, omaggio all’autore Giorgio Calabrese, dal titolo “E sottolineo se”. Un viaggio nella musica Italiana attraverso le parole di un grande personaggio della nostra canzone d’autore. Il disco entra con un plebiscito tra i finalisti per la Targa Tenco 2013 nella categoria interpreti.

Contemporaneamente all’attività con gli Almalibre, Zibba collabora con altri artisti e partecipa ad altri progetti, come il trio Double Trouble, un tributo a Bob Marley che vede al suo fianco il cantante Raphael Nkerewuem e Bunna.

Nel febbraio 2011 debutta il primo spettacolo teatrale con le musiche di Zibba, “Comedian blues”, interpretato dal gruppo comico dei Turbolenti e scritto da Lazzaro Calcagno e Matteo Monforte, con i quali collabora anche per le musiche di un secondo spettacolo, “Camilla”, che debutta nell’ottobre 2011.

Nello stesso anno, Zibba diventa anche attore in “All’ombra dell’ultimo sole”, musical ispirato al mondo di Fabrizio De Andrè che debutta nel mese di luglio 2011, scritto da Massimo Cotto.

Zibba scrive il singolo “Passerà” con Eugenio Finardi, contenuto nel disco “Sessanta” del cantautore milanese.

Nel settembre 2012 Zibba viene premiato dalle radio italiane come artista indipendente più trasmesso dalle radio negli ultimi cinque anni, vincendo il premio IML del MEI.

Nell’aprile 2013 esce il nuovo disco di Cristiano De Andrè, per il quale Zibba scrive il brano “Il mio esser buono”.

Nel maggio 2013 viene presentato ai Nastri d’argento a Roma il video di “Sei metri sotto la città”, estratto dal pluripremiato “Come il suono dei passi sulla neve”. Zibba è il primo artista italiano a poter attingere alle immagini dell’archivio dell’Istituto Luce, realizzando un clip con Totò, Alberto Sordi, Anna Magnani, Pier Paolo Pasolini e molti altri ospiti famosi.

Nel giugno 2013 esce il primo disco del Collettivo Dal Pane che vede Zibba al fianco di grandi nomi come Roy Paci, Niccolò Fabi e molti altri per un progetto dedicato alla memoria di Valter Dal Pane, amico comune.

Zibba produce il primo disco dell’artista Marrone, “Quando Fugge”, che si guadagna la finale per la Targa Tenco come opera prima.

Nel novembre 2013 esce il primo libro di Zibba, “Me l’ha detto Frank Zappa”, edito da Zona e Matislko, che diventa testo teatrale di uno spettacolo diretto da Sergio Sgrilli che debutta nel dicembre 2013 allo Zelig di Milano con Alberto Onofrietti e Fabrizio Martorelli.

Nel dicembre 2013 scrive, insieme a Tiziano Ferro, la canzone “La vita e la felicità” cantata da Michele Bravi, vincitore della settimana edizione di X Factor, singolo che si aggiudica il Disco d’oro.

Nel febbraio 2014 partecipa con il brano “Senza di te” alla 64° edizione del Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte, vincendo il Premio della Critica “Mia Martini” e il Premio della Sala Stampa Radio-Tv-Web “Lucio Dalla”.

Il 20 febbraio 2012 esce il sesto album con gli Almalibre, “Senza pensare all’estate”.

La vera forza di questo cantautore e della sua band sta nel live: un viaggio intimo in un mondo fatto di parole calde. Vita di tutti i giorni, sesso, amicizia. Vene pulp e bukowskiane accostate a messaggi diritti alla pancia e all’anima. Finestre sull’umanità e sulle sue infinite sfaccettature. Una calda coperta sdraiata sull’ascoltatore.

Ti potrebbe interessare anche...