Micol Carli ” Ed era così”

ED ERA COSI’ è il singolo di Micol Carli, nata a Ferrara  che ha da  sempre avuto la musica nel sangue e che  fin da piccola cantava pezzi di artisti , in particolare di e Claudio Baglioni.
A 14 anni riceve in regalo il suo primo strumento musicale… la batteria e, a tre amici, formò la sua prima band a carattere Punk Rock. In contemporanea Micol inizia a suonare anche altri generi musicali, sempre alla batteria, che spaziano dal Metal al Grunge al Rock. E’ il periodo in cui ha iniziato a comporre testi che, sino ad arrivare al suo primo album. Pubblicato nel 2019,  PAGLIACCIO DI GHIACCIO esce sotto la label PMS Studio e “Ed era così”, è una delle tracce che raccontano l’anima di Micol

“Trema la notte, Trema la pelle, trema la terra…” un’ anafora che ricorre per le strofe del brano e da cui si desume il senso di instabilità. Un tremolio che nell’immergere la notte, sfrutta il buio per nascondere le paure dell’ignoto e così anche le proprie emozioni. Queste sono la parte più profonda, quanto la più complicata da capire, soprattutto da parte di se stessi: l’incontro con il proprio Io, resiste ad ogni completa analisi perché troppi sono i segreti che la nostra anima è in grado di rivelarci, aprendo in noi un vortice infinito. L’ansia che ne deriva è tale che intorno tutto trema. La terra stessa, parvenza di ogni radicamento alla parte concreta della vita, ai legami affettivi quanto  è incapace di resistere a questo urto di dubbi che dispiega ogni significato. Al che Micol, perviene ad una domanda, descrivendo il suo nuovo pezzo :

Si puó Amare a prescindere da tutto questo..e imparare a “gestire” la totale mancanza di gestione…con la Forza del proprio Amore ?!?”

Con un sound che si districa nei terreni più imperversi della musica italiana indipendente, la voce graffiante di Micol riporta anche nel cantato, il tremolio narrato dal testo, con una perfetta coerenza tra significato e significante, perchè quella raccontata da Micol, è un’anima che fugge proprio come i fluttuanti assoli di chitarra che, dopo essere esplosi nell’inciso, si estinguono nel , facendo emergere tutto il mondo di un’anima rock al femminile.

Sonia Bellin