MAURIZIO MARTINI: L’INTERVISTA

Qualche domanda a Maurizio Martini, il cantautore romano che dopo un esordio artistico nel teatro, ha trovato nella musica un modo diretto e coinvolgente per esprimere il suo entusiasmo e la sua capacità di intrattenitore…dopo il primo singolo, era il 1989, “Adios Amor”, scritto da Ivan Cattaneo e utilizzato anche come sigla per un programma Rai, nel 2015 Maurizio si mette in gioco oltre che come interprete, anche come cantautore e pubblica il suo primo album “SOLI”, mentre in queste settimane è in promozione radio per il suo nuovo singolo “VOGLIO ANDARE AL MARE”..

Benvenuto Maurizio…

Parlaci un po’ da dove nasce l’ispirazione per questo brano che nel riprendere le sonorità tipicamente anni ’80., come lo erano i tormentoni dell’epoca, fa però un sapiente uso di un linguaggio moderno e al passo con i tempi…

Hai volutamente messo insieme le due cose, vintage e novità in modo da creare un contrasto che stupisse ancora di più l’ascoltatore o era quasi la volontà di portare in radio qualcosa di nuovo ?

Come hai giustamente detto tu… il brano é ispirato esattamente ai tormentoni dei primissimi anni 80s… mi riferisco a quelli di Franco Battiato, Ivan Cattaneo, Righeira, Giuni Russo, Renato Zero…brani freschi, ironici solari estivi. Se fai una miscela  di quei sapori… ecco che viene fuori “VOGLIO ANDARE AL MARE” (che non è quella bellissima dell’amato Vasco Rossi) ma una cosa nuova mentre, nell’arrangiamento, si strizza  l’occhio ad Enola Gay e Venus altre 2 grandi Hits dell’epoca.Si… è tutto voluto ma anziché fare una cover. essendo un controtendenza io che per primo nel 1978 riproposi gli spettacoli della leggenda vivente Renato Zero, oggi preferisco essere me stesso e pubblicare canzoni nuove , avallato da 2 ottimi autori quali Luigi Magurno e Luigi Piergiovanni

La tua carriera inizia come attore teatrale, dove poi hai l’opportunità di diventare anche  aiuto-regista…con la musica cominci come interprete, per poi accingerti nel ruolo di cantautore, dunque c’è da parte tua, una componente creativa, oltre che di espressione artistica –che sia nel teatro che nella musica- un’esigenza forse di autenticare uno stato d’animo…un’impressione…

Guarda… se fosse per me… io farei anche cinema o serie tv ma mancano i mezzi …! A parte gli scherzi ,  a me piace proprio vivere di arte: comporre , stare in studio a registrare canzoni e vivere molto per lo spettacolo , preparare uno show per portarlo poi sul palco …tutto questo è ciò che amo fare…

Come abbiamo ricordato in precedenza, il tuo esordio musicale risale agli anni ’80, un’epoca del tutto diversa, dove la musica si ascoltava e si registrava in modo diverso…tuttavia già il tuo primo album l’hai reso disponibile in tutte le piattaforme digitali, in quanto, ovviamente, per quanto si resti ancorati al passato e si proponga al pubblico di ascoltatori qualcosa di vintage nello stile, vi è poi l’esigenza di adeguarsi alle nuove tecnologie di utilizzo della musica…A proposito di queste…tu, che rapporto hai, non solo come artista, ma anche come ascoltatore, con i vari canali e piattaforme digitali…?

Io sono un pessimo consumatore ed ascoltatore delle piattaforme digitali: essendo un reale “vintage”io giro con dico ancora con gli LP e le Musicassette ( anche se tornati molto di moda ) ma con i CD in macchina, a casa al pc uso canali digitali ma il bel CD non manca mai !

Prima di salutarci…volevo chiederti quali sono ora i tuoi progetti futuri…se continuerai oltre che con la musica, con il teatro, se in questi mesi estivi porterai il tuo tormentone in giro per l’Italia per i vari live…

Progetti futuri sono di portare a termine il nuovo album! Spero di riuscire a pubblicare tutto quanto in autunno…   sono già in programma l’uscita di altri 2 singoli dopo questo e sto preparando un COMPOSIT teatrale fatto di canzoni-visual-danza-recitato.

Il 28 Luglio scorso sono stato ospite ad un gala nell’anfiteatro Cordeschi di Acquapendente

dove mi sono esibito con la mia amica Tiziana Rivale, presente in quasi tutto il mio album e con in giovane rapper Calibro 40… abbiamo presentato in anteprima il nuovo tormentone “BASTA UN CLICK” ma questa è un’altra storia….

grazie Sonia…alla prossima !!!

Sonia Bellin

Ti potrebbe interessare anche...