Marco Malatesta: online il video de “La scultrice di luce”

Da martedì 26 maggio è online su il video ufficiale de “LA SCULTRICE DI LUCE” (Pop Art /Azzurra Music), il singolo di MARCO MALATESTA.

«Il brano è dedicato all’arte della fotografia e a chi sa scolpire luce con un piccolo gesto. È stato ispirato figura della fotografa Tina Modotti,artista meravigliosa e attivista dei primi del novecento», commenta il cantautore abruzzese.

«Ho accolto con emozione e rispetto la sfida di realizzare un video musicale che parla di fotografia. – afferma Fabrizio Catarinozzi – Nasco come fotografo e so quante infinite sfumature si celino dentro ogni immagine e in questo caso dentro ogni nota e ogni parola scelta dal cantautore. – conclude il regista – Il mio intento è stato quello di coniugare e armonizzare l’arte della fotografia con la seduzione della musica, tentando di farmi io stesso “scultore di luce”».

Marco Malatesta - La scultrice di luce -Videoclip ufficiale
Watch this video on YouTube.

“La Scultrice di luce” è il nuovo singolo estratto dal disco “Il Burattino Delle Stelle”. Questo lavoro discografico rappresenta una tappa importante del percorso artistico del cantautore abruzzese, che ha raccontato nel suo canale YouTube ( http://bit.ly/2nDZZI5), per la rubrica “I Ganci del Burattino”, la genesi delle nove canzoni, che compongono l’ e le sensazioni vissute nell’ascolto dei dieci dischi fondamentali, che lo hanno influenzato durante la creazione del suo ultimo lavoro discografico.

Ad anticipare l’uscita del disco ad ottobre 2019 è stato il singolo “Svegliati” di cui è disponibile il video al seguente link: https://youtu.be/6FjfxiR0rz4

“Il Burattino Delle Stelle” è un album cantautorale moderno, in cui musica e parole si accompagnano in una danza fatta di storie e personaggi, dove gli umori si incrociano con gli amori e le sensazioni con i profumi della migliore musica italiana.

Questa la del disco: “L’Epulone”, “La Scultrice di luce”, “L’Amore è voce”, “Svegliati”, “Il Burattino delle stelle”, “Comete”, “Paolo e Francesca”, “L’amante delle accordature”, “Caravaggio”.