UN GESTO CON IL CUORE… DA PARTE DI LINO CERICOLA

Siamo qui con Lino Cericola e, questa volta, l’occasione non è soltanto l’uscita di un nuovo
singolo…o meglio… di questo si tratta, tuttavia, qui lo scopo è benefico…e ora capiamo meglio
perché attraverso qualche domanda rivolta direttamente a l’artista in questione…

Benvenuto Lino, allora intanto complimenti per questo tuo ammirevole progetto…la
realizzazione di un brano, pensato appositamente per i terremotati, per tutte quelle famiglie che
hanno visto le loro abitazioni crollare e per chi, come la Crocerossa italiana, ha saputo essere
presente e tempestiva nei soccorsi in seguito terremoto del centro Italia, che andrà l’intero ricavato
di NOI INSIEME A VOI…
Ho scritto questa canzone con il cuore in mano, mi sono messo nei panni di questi malcapitati nelle
strofe, invece nell’inciso, il mio ringraziamento a tutti i soccorritori che salvano vite, ma no solo a chi
indossa una divisa, perché anche a chi regala il pane, dona una coperta in fondo è un soccorritore. Questa canzone
è uno strumento potente, perchè tutto il ricavato sia dell’acquisto del brano,che delle visualizzazioni nuove
ottenute andrà alla C.R.I., in modo da dare la possibilità, anche a chi è in difficoltà economiche di fare la
sua parte,con un semplice gesto gratuito: condividendo il video sui social e con i propri contatti.

Nell’intro del video, tu chiedi ad un gruppo di amici …”Vogliamo restare indifferenti?” …di
fronte ad un problema…in questo caso un evento tragico come il terremoto, è impensabile rimanere
indifferenti…in qualche modo, anche solo con il pensiero, la nostra attenzione si focalizza
sull’accaduto…tuttavia, come poi sentiamo in questo intro, realizzare qualcosa di concreto in
merito, è più complicato di quanto possa sembrare?
Nella vita non c’è nulla di facile, se fossi stato un Big sarebbe stato tutto più semplice avrei messo mano
al portafoglio o avrei lanciato l’appello comodamente sui social come fanno tanti e sarei tornato alla mia vita, ma nel mio piccolo, ho sacrificato il mio ricavato per darvi (come dicevo prima) uno strumento potente, in modo
da invogliare anche il più tirchio a contribuire con un semplice gesto: una semplice condivisione (i soldi vengono presi
dallo spot inizio video che andranno direttamente alla C.R.I.) Poi ci sarà chi non farà neanche questo piccolo gesto,
anche se gratuito,ma non è mai il singolo a fare qualcosa d’importante,ma la collettività, quindi lancio ancora l’appello: condividiamo tutti il videoclip.

In questo periodo pre-natalizio, i media si mobilitano molto per campagne di solidarietà e appelli
ai disagiati…sembra che l’indifferenza di cui abbiamo accennato sopra, venga in qualche modo
superata e oscurata dalle ombre che le luci natalizie apportano in noi…Cosa ne pensi di tale
reazione?
Penso che non bisogna generalizzare, io sono un volontario C.R:I. e un cristiano e conosco persone che fanno servizio
gratuitamente anche sotto le feste e di Domenica anche di notte, a me questi esempi hanno insegnato la bellezza
che c’è nel donare; per chi vuole aiutare il prossimo il Natale sarà un’occasione in più per aiutare i meno fortunati,
chi invece è abituato a girarsi dall’altra parte userà le feste come scusa o alibi,è una questione di cuore e non di
circostanze.

Credi che la musica, in questo caso una semplice canzone, possa risvegliare e ridestare in noi quei
sentimenti di fratellanza, di solidarietà, i quali sembrano assopiti e relegati a in periodi circoscritti
dell’anno come quello del Natale, per poterli così estendere oltre e far si che diventino parte di noi?
Come dicevo prima, una canzone è solo uno strumento,ma può diventare potente se la facciamo girare e gli diamo
importanza, la condivisione di questo video è un gesto d’amore nei confronti dei nostri fratelli bisognosi di sostegno.

“Crollano le città e crolla anche ogni certezza…” perché la distruzione di case, palazzi, strutture,
non è la sola ad attanagliare le nostre vite, continuamente prese d’assalto dall’incapacità di far
fronte a determinate situazioni ..un gesto come il tuo dimostra quanto tu creda fermamente nella
possibilità di dare una svolta a tutto questo…
Solo Dio ha questo potere, sicuramente questa canzone può essere uno strumento potente ma solo se fa breccia nei cuori,
solo se viene condivisa da milioni di persone, se sarà di esempio e di ispirazione per altri a dare un aiuto a queste persone…
altrimenti resterà solo una bella canzone con i suoi buoni propositi.

Non permettere al dolore di cambiare il tuo cuore, abbi fede che ci sarà un futuro
migliore…”
La speranza che esponi nello special, consola e dà modo all’ascoltatore di sentirsi protetto,
afferrando quella voce sedimentata nel suo cuore che ci fa essere chi siamo e che ci dà la possibilità
ogni giorno di reagire, sia nei confronti della vita, sia in casi come questi, dove a reagire dobbiamo
essere in molti, per aiutare quante più persone possibile…
Penso che sia la scena più bella di tutto il video, dove io dico a questa bambina bellissima con lo sguardo triste di nome Erika
(che rappresenta il futuro dell’Italia), “non pensare al dolore ma abbi fede in un Dio, in un cambiamento, nell’amore insomma
in un futuro migliore.., anche perchè per averlo bisogna prima crederci e quindi avere fede in qualcosa, io ad esempio ce l’ho in Dio.

Sonia Bellin

Ti potrebbe interessare anche...