La cantautrice Claudia La Bella si racconta alla redazione [INTERVISTA]

E’ uscito, venerdì 27 aprile ,“Un’ora in più”, il nuovo singolo della giovane cantautrice CLAUDIA LA BELLA.

Il brano, che da oggi è disponibile in radio e in digitale, è un invito a godersi ogni attimo che la vita ci regala.

A proposito del brano Claudia afferma: Bisognerebbe trovare sempre il tempo da dedicare ai nostri cari e soprattutto trovare il tempo da dedicarci …

Bisognerebbe rimanere “bambini” per vivere con semplicità. 

Io penso che c’è sempre tempo .. per tutto!

Dobbiamo essere noi in grado di dare la giusta importanza a tutto ciò che ci circonda..

e per quanto difficile sia .. il mio tempo .. il mio spazio nel mondo lo troverò sempre perché penso che questo sia il segreto della felicità”.

Claudia La Bella, classe 1988, è una giovane cantautrice pop-rock che inizia ad avvicinarsi al mondo della musica fin da piccola grazie alle influenze musicali di artisti tra i quali Edoardo Bennato. Guardando Bennato alla Tv mi sono appassionata alla chitarra e dopo aver insistito a lungo con i miei genitori, sono riuscita a convincerli ad iscrivermi a scuola di musica per imparare a suonare la chitarra”. Fin dall’adolescenza sente l’esigenza di dover raccontare ciò che la circondava attraverso la musica. “Era molto più semplice per me, scrivere una canzone che parlare con qualcuno”.

La chitarra diventa così la sua “spalla” su cui poter contare. Presto scoprirà la sua propensione per il cantautorato e con l’aiuto della chitarra inizia a mettere in musica e parole le sue emozioni. Cantautrice affermata, affronta spesso nei suoi brani temi diffusi e personali come quello delle difficoltà giovanili, la paura del futuro e del mancato dialogo.

“Penso che la Musica sa meglio di noi stessi chi siamo realmente, perché non possiamo mentire davanti alle emozioni. Davanti a Lei possiamo e dobbiamo essere solo noi stessi”.

Nel 2016 arriva il primo album dal titolo “Forse Anche di Più” (Hydra Music), che nasce grazie al fortunato incontro con il compositore e arrangiatore Daniele Panetta e il tecnico del suono Alessandro Panetta.

Nel giugno 2017 viene pubblicato, sempre con la Hydra Music, il singolo “Il Mio Futuro” un brano che esprime l’incertezza e la difficoltà che i giovani incontrano nel realizzare le proprie aspirazioni. “La routine, il mondo del lavoro, rendono il quotidiano così frenetico che spesso sembra quasi impossibile fermarsi a pensare a quello che si desidera davvero per il proprio futuro” .

Sempre a Giugno 2017 partecipa alla X edizione del Festival Canoro “La Vela D’oro” arrivando in semifinale.

E’ in preparazione un tour estivo che presto verrà annunciato nei canali social dell’artista.

Il tuo nuovo singolo si chiama Un’ora in più raccontaci come nasce il testo della canzone e di cosa parla
“Un’ora in più parla della mancanza del tempo.La vita é diventata una routine frenetica e questo mio brano nasce proprio dall’esigenza di poter “staccare” da tutto questo e potersi dedicare anche solo un’ora a noi stessi. Dedicarsi alle nostre passioni, alla nostra famiglia, ai nostri amici…
Godersi di tutti gli attimi che la vita ci regala ogni giorno come ad esempio un abbraccio sincero, un sorriso di un bambino, un tramonto al mare.
Io amo le cose semplici e penso che la semplicità è il segreto per essere felici.
Bisognerebbe poter continuare a guardare sempre il mondo con gli occhi di un bambino perché quando sei piccoli ti stupisci di tutto mentre crescendo si dá tutto per scontato … purtroppo!”
A quale artista ti ispiri?
“sono cresciuta ascoltanto Laura Pausini, Vasco Rossi, Edoardo Bennato, Ligabue, Battisti e Licio Dalla.
Ascolto praticamente solo musica Italiana.
Amo la grinta di Emma Marrone che e la voce dolce di Laura Pausini.
Quando ascolto una canzone mi piace concentrarmi molto sul testo e cercare di immedesimarmi nel brano.
La Musica ha un potere immenso .. Ogni canzone può insegnarti tanto e può essere ispirazione per affrontare un momento particolare della propria vita.”
E’ difficile essere cantautrice al giorno d’oggi?
“Si è molto difficile in questo momento.
La musica è molto cambiata. Adesso si penso più a cosa va di moda e quindi si può vendere che a pensare a quello che veramente l’ artista ha dentro e riesce trasmettere con la propria musica e i propri testi.”
Quale messaggio vorresti trasmettere attraverso le tue canzoni?
“Nei miei testi spero di riuscire a trasmettere quello in cui credo.
Io credo nelle bellezza delle cose semplici, credo nei sogni e nella voglia e la determinazione di continuare a crederci avendo tutto e tutti contro.
Credo nella gentilezza e nei sorrisi delle persone che incontri per caso per strada.
Credo nel valore della famiglia.
Credo nella felicità!
Le mie canzoni sono un’invito a godersi alla vita a pieno nonostante tutte le difficoltà che ogni giorno dobbiamo affrontare.
Siamo tutti speciali e abbiamo tutti delle qualità che ci differenziano ma dobbiamo crederci prima di tutto noi.”
Sei un tipo social?
” Cerco di essere “abbastanza” social anche se preferisco una chiacchiera davanti a buon caffè.
Penso che tutta questa dipendenza ci sta portando ad essere fuori dal mondo reale.”