Intervista a Pietro Milella, in arte Cincilla, per l’uscita del suo nuovo singolo “Sakè”

E’ in rotazione radiofonica “SAKÈ”, il nuovo singolo di Pietro Milella, in arte CINCILLA. Il brano è disponibile su tutte le piattaforme digitali e sui digital stores.
In un mondo che non lascia tempo alle persone di dare un valore alle cose a volte si corre il rischio di perdersi: il brano “Sakè” invita a vivere il mondo come si vuole, senza perdersi dietro alle congetture degli altri e vivendo ogni momento per quello che è.
Il videoclip di “Sakè” è interamente ambientato a Venezia e riprende i luoghi dove è nato e cresciuto l’artista. La sequenza di immagini accompagna le parole della canzone: la prima parte mostra volti annoiati e luoghi malinconici; la seconda cattura quegli stessi scorci e quelle stesse facce in chiave ironica.

Conosciamo meglio Cincilla.

  • Come è nata la tua passione per la musica?

“Non mi ricordo nemmeno quando ho iniziato a suonare il piano; la musica è parte di me da sempre. Ne ho ascoltata molta, l’ho sempre suonata e ho iniziato a scrivere canzoni relativamente presto, solo che me le sono sempre tenute per me. La musica è sempre stato un modo di tirare fuori le cose non dette, l’ho sempre sentita una cosa mia, per questo non ho mai pubblicato prima di Sakè.. Il mio rapporto col mondo esterno è sempre passato attraverso la musica, tutti i ricordi che ho generalmente hanno una musica di sottofondo”.

  • Come ti è venuta l’ispirazione per il singolo “Sake”, mai come oggi di grande attualità?

“Vivevo un momento particolare, mi rendevo conto che non riuscivo a godermi pienamente la vita e non ero in pieno contatto con il mondo che mi circondava. Ho deciso di dare più spazio alle cose e alle persone che per me erano più importanti, dimenticandomi dei cliché che ci bombardano quotidianamente. Alla fine spesso siamo noi la causa dei nostri mali, ho rimosso il superfluo e ho cercato di vivere il mondo per quel che è, senza filtri. Sakè parla di questo ma mi rendo conto che una canzone poi può assumere un sacco di significati, ed è anche il bello delle canzoni, più le persone la interpreteranno e ci si rispecchieranno più sarò contento”.

  • Che importanza ha la tua città natale e i tuoi posti del cuore per te e la tua musica?

Venezia è parte di me. Non ne parlo mai direttamente, ma fa parte del mio bagaglio personale e quindi quel che sono e penso oggi in parte lo devo anche a lei. Non è un caso che il video di Sakè sia stato girato proprio là. Volevo presentarmi nel modo più autentico e sincero possibile e quindi ho mostrato i luoghi dove sono cresciuto”.

  • Con chi del panorama musicale italiano o internazionale ti piacerebbe collaborare e da chi senti di essere più influenzato nel tuo modo di fare musica?

Mi piacerebbe collaborare con Frah Quintale; mi piace molto il suo approccio. Il suo sound è riconoscibile, ha una sua idea creativa e la porta avanti. Lo ascolto molto. Quello che scrivo penso che sia anche, non solo, la conseguenza di quello che ascolto. In Italia, oltre a Frah Quintale, mi piace Calcutta, è scontato lo so, ma è così. Ascolto molto Britpop…Oasis, Stereophonics, Travis, Supergrass. Da un po’ ascolto anche parecchi Anderson Paak. Poi se mi chiedi un nome internazionale oggi ti risponderei Coldplay. Mi è piaciuto Parachutes, poi sono cambiati sì, ma credo che l’ultimo album sia una bellissima sintesi di tutto quello che hanno scritto nella loro carriera”.

  • Come stai vivendo questo periodo di quarantena per affrontare il Coronavirus? La musica resta la tua migliore compagnia?

“Hai detto bene; in realtà mi fa compagnia anche la mia ragazza ma la musica c’è sempre. La ascolto e la suono…in realtà ho scritto parecchio…alla fine è un grande aiuto, ma d’altronde la musica è sempre un grande aiuto”.

  • Progetti per il futuro?

A inizio maggio esce un EP: “Sogni In Saldo”. E’ un EP di presentazioni che è stato anticipato da Sakè. Avevo parecchi pezzi e dovevo sceglierne 5. Alla fine ciascuno dei brani mostrerà una particolare parte di me e della mio sound. Penso sia stato il modo migliore di presentarmi: con la mia musica. Chi lo ascolterà credo si farà un’idea chiara. Spero vi piacerà”.

Facebookhttps://www.facebook.com/cincillamusic/
Instagramhttps://www.instagram.com/_cincilla_/?hl=it
“Sakè” è disponibile su Spotify al seguente link: https://spoti.fi/2ITGrWZ

Scroll Up