Intervista a Jo M per l’uscita del suo primo album “Reazioni di cuore“

Giovanni Mazzarà, in arte Jo M, è un raffinato cantautore siciliano che già nel 2014 con il suo singolo  “Mondo Morbido” aveva conquistato,  per due settimane consecutive, il primo posto nelle classifiche radiofoniche pubblicate da Rockol.it e RepubblicaXL, come brano esordiente più trasmesso in Italia. Dopo un’ importante esperienza presso l’ MTV New Generation Campus viene notato dalla Tillie Records che pubblicherà il primo album “Reazioni di cuore” , proprio nel mese di maggio 2017 , anticipato dal singolo “L’uragano non ci prende”.

Jo il destino del  tuo disco, inizialmente, era legato alla  selezione per il Festival di Sanremo tra le nuove proposte. La tua partecipazione è sfumata per cui hai potuto effettuare il lancio in tempi più brevi. Come hai preso l’esclusione dalle nuove proposte? Ti ha condizionato nel tuo lavoro e nella tua musica?

L’ho presa bene… certo ad un certo punto quasi ci credevo, però mi considero abbastanza realista addirittura tendo ad abbassare le aspettative.

Nel mio lavoro d’artista in quanto scrittore e compositore non credo possa condizionarmi l’esclusione al festival scrivo d’amore, di vita vissuta. Se valutiamo però la possibilità di fare concerti e lavorare con la musica probabilmente con un Sanremo alle spalle qualcosa sarebbe cambiata.

Il 24 maggio hai presentato il tuo disco per la prima volta in un live al Centro Zo di Catania, nella tua Sicilia. Com’ è andata e come ti sei sentito sul palco?

Sentivo un pubblico attento, premuroso e credo che questo valga più di ogni altra cosa.

Qual è il messaggio che vuoi dare con il tuo disco?

Con il mio disco ed in genere con la mia esistenza voglio promuovere la ricerca della semplicità , ho iniziato questo percorso da un po’ e credo possa portare dei benefici concreti.

Si avvertono molte influenze del pop italiano nel tuo lavoro. A chi ti ispiri maggiormente e con chi ti piacerebbe collaborare.

Diciamo che consumo molta musica e freneticamente, questa è la domanda più complicata per me. Non ho un artista di riferimento oppure ne ho diversi e cambiano ogni settimana insieme alla mia playlist su Spotify. Mi piacerebbe collaborare con Jovanotti , Tiziano Ferro, Fiorella Mannoia, i Canova.

Svolgi altre attività attinenti alla musica o vivi solo di quella?

Magari eh eh . Per vivere lavoro come videomaker e collaboro con diversi progetti di comunicazione

La tua musica è raffinata, semplice nel senso di essenziale, introspettiva. Ritieni sia una definizione corretta?

È un gran complimento , una grande responsabilità.. spero di esserne all’altezza.

progetti per il futuro?

avventura e crescita, ho tanta fame di conoscenza, la musica potrebbe aiutarmi in questa scoperta.

 

Francesca De Carolis

 

Facebook Comments

216total visits,1visits today

You may also like...