Il cantautore Aiello racconta il suo percorso e il suo ultimo EP “Hi Hello”

Aiello, cosentino di nascita e romano di adozione, classe 1985 è una giovane promessa della scena musicale italiana. Precoce musicista e studioso di musica a 10 anni inizia con il violino ed a 16 anni inizia a studiare canto. Nel 2011 pubblica la sua prima canzone “Riparo”. Ora torna sulla cresta dell’onda con il suo ultimo lavoro l’EP HI- HELLO anticipato dal singolo “Come Stai” , disponibile dal 26 maggio.

Aiello, dopo le selezioni per Sanremo del 2011, non sei riuscito ad arrivare tra i 9 finalissimi, ma hai deciso di intraprendere un viaggio nella sconfinata Australia, un viaggio intriso di avventura e contaminazione, specialmente musicale. Cosa ti ha lasciato questa esperienza? Ti condiziona ancora oggi?
L’Australia mi ha fatto crescere, conoscere luoghi del mondo e di me stesso, che non avrei mai pensato di vedere.
L’esperienza Sanremese invece quasi l’ho dimenticata; oggi francamente mi fa più tenerezza che rabbia, il pensiero di me all’epoca che torna a casa “sconfitto”.
E’ passato troppo tempo, sono passate troppe esperienze e troppe canzoni tra me e il 2011.
Pensi che Sanremo sia stato un giusto trampolino di lancio per te?
Sinceramente no. E’ stata un’esperienza utile, uno di quei NO che ti fanno arrabbiare e poi ti fortificano, senza dubbio.
Mi è servita, per chiedere ancora di più a me stesso, mi ha fatto capire che potevo e dovevo fare di più, ricercare di più, migliorarmi.
“Hi Hello”, un titolo geniale ed incisivo, che ti identifica non soltanto perché ha lo stesso suono, foneticamente parlando, del tuo nome. Come ci sei arrivato ?
Una mia cara amica/grande artista, Rosa Martirano, un giorno mi disse che io ero particolarmente solare, accogliente, col sorriso sempre stampato in volto e pronto all’incontro..e che tutto questo non era un caso, perchè il mio cognome esprimeva perfettamente questo mio carattere..e mi fece notare il gioco fonetico col doppio saluto inglese.
Fu lei a regalarmi un bel sorriso, quella volta..e poi iniziai a legarmi ad “Hi-Hello”.
Quando ero lì a dover scegliere il titolo del mio primo EP, dissi a me stesso..ma quale modo migliore di presentarsi, se non con un saluto al quadrato !?
Anche il singolo che anticipa l’uscita del tuo EP “ Come stai” è un titolo diretto, aperto e che cerca quasi condivisione con chi ti ascolta. E’ questo il messaggio che vuoi far arrivare cantando questo pezzo?
Si, è uno dei tanti messaggi..e mi piace che arrivi anche questo mio bisogno di condividere.
In generale, sono per la condivisione, per l’incontro, il mescolarsi, per la contaminazione.
A quale delle tracce di Hi Hello sei più legato?
A tutte, indistintamente. Non potrei dare una preferenza, perché veramente non la sento, un po’ come un genitore non lo farebbe mai con 5 figli.
A tutti sono legato particolareente.
Chi ti affascina e ti colpisce del panorama musicale italiano ed internazionale in questo momento? Con chi vorresti collaborare?
Sono davvero tanti gli artisti italiani e internazionali, che ascolto e con i quali mi piacerebbe scrivere, a 4 mani, un brano.
Su tutti, apprezzo Jovanotti, per la sua grande capacità comunicativa e la sua continua ricerca e innovazione.
Progetti per il futuro? Concerti a breve
Stiamo provando il live e spero di suonare ovunque, il più possibile.
Sulla mia pagina facebook “AIELLOMUSIC”, scriverò dei concerti, appena avrò le date certe.
Francesca De Carolis
Facebook Comments

75total visits,1visits today

You may also like...