Gli Osaka Flu escono con il secondo disco KM183!

 

KM 183 è il secondo disco degli aretini OSAKA FLU pubblicato da Soffici Dischi e prodotto grazie al contributo del concorso “Toscana 100 Band”.
Al KM 183 della Salerno – Reggio Calabria il furgone degli Osaka Flu decide di fermarsi, lasciandoli a piedi nel bel mezzo del loro tour, diretti verso la Sicilia. Un incidente di percorso che influirà profondamente sulle canzoni del disco.
KM 183 è un album che con le sue dieci canzoni racconta le problematiche di una generazione intera, quella che più di tutte sta soffrendo il periodo di profonda crisi, economica e di valori, nel quale cerca di sopravvivere il Bel Paese. Un presente fatto di conformistica globalizzazione, culto dell’apparenza, rifiuto delle responsabilità: l’eredità di un passato fatto di vecchi imprenditori privi di etica, politicanti senza scrupoli e meritocrazia latente. Il tutto raccontato da un sound forte, veloce e sporco, come nella migliore tradizione punk rock.

BIO

Gli Osaka Flu nascono ad Arezzo nel 2010 quando i fratelli Daniele (voce e chitarra) e Francesco (basso) conoscono Michele (batteria). La comune passione per la musica, da Cash ai Devo, passando per Dylan e i Rancid, spinge i tre a suonare e comporre insieme.

Alle prime canzoni prodotte affiancano sin da subito l’attività live e nel 2012 partecipano a uno dei festival più conosciuti in Italia: Arezzo Wave.

Il primo disco, Look out Kid, esce nel 2014 per Soffici Dischi, distribuzione Audioglobe, e riscuote subito ottime critiche. “Bo Diddley meets the Artic Monkeys” così Antonio Romano definisce il loro singolo I Don’t Care If It’s Right Or Wrong su Rockit.it, mentre Repubblica parla di Pulp Rock e di musiche che ricordano le colonne sonore di Quentin Tarantino.

Il video del primo singolo I Don’t Care If It’s Right Or Wrong è stato presentato il 7 febbraio 2015.

Il video di Sixteen Tons (cover di Merle Travis) girato nel carcere di Arezzo con la partecipazione di Giorgio Canali come attore, è scelto da Repubblica come video in anteprima.

Il successo di critica e pubblico apre le porte a un’intensa attività live, che si traduce in un centinaio di date in giro per tutta la penisola.

Il 10 novembre 2016 tornano con KM 183, secondo lavoro in studio, questa volta interamente cantato in italiano e sempre edito da Soffici Dischi, anticipato dal singolo Apocalhipster.

L’album è stato realizzato grazie al concorso Toscana 100 Band che ha scelto e premiato gli Osaka Flu con una borsa offerta dalla Regione Toscana.

89total visits,2visits today