COMELINCHIOSTRO: “FACILE” è il nuovo singolo del cantautore del Montefeltro

Il brano che viaggia fra indie-pop italiano, pop elettronico e pop anglosassone fa parte dell’album “Di che cosa hai paura?”.

«“Facile” è il cammino interiore che affrontiamo attraverso le nostre emozioni, i nostri sogni e le nostre paure. Un sentiero, questo in fondo è la nostra vita: lungo, corto, in salita, in discesa, può essere in molti modi, ognuno ha il suo, ma sempre di andare si tratta. C’è un mondo da scoprire davanti a noi, bisogna soltanto continuare a camminare senza avere paura delle difficoltà e soprattutto non avere fretta di arrivare. Tutto sommato alla fine ci rendiamo conto che è più facile di quello che sembra». COMELINCHIOSTRO

Il brano, pur strizzando l’occhio all’indie-pop italiano (Stato Sociale, Appino), è fortemente contaminato dalle atmosfere sognanti ed eteree tipiche del pop elettronico del nord Europa (Sigur Ros) e dal pop di matrice anglosassone (Matt Corby, Damien Rice) soprattutto per quello che riguarda il modo di usare la voce.

 

Di che cosa hai paura?” è il disco d’esordio di COMELINCHIOSTRO. Otto tracce prodotte insieme a “Livio Boccioni” che conducono ad un viaggio dentro il cuore dell’essere umano, alla ricerca di se stessi e degli altri, senza alcuna certezza di poter tornare con delle risposte. Il progetto musicale, nasce e si sviluppa insieme al progetto grafico tanto che le due cose si influenzano a vicenda. Il disegno a carboncino (Violoncello) e l’uso dei colori ad acquerello (Acquatic Synth e Delay) si materializzano nelle sonorità del disco; il terzo brano (Disegnerà) è in parte dedicato a questo connubio poiché infondo l’arte è un’esperienza globale.

Un disco in movimento: a volte un movimento estremamente fisico che conduce fin quasi al ballo, a volte invece soltanto emotivo, piccolissimo e misurato (solo per far battere il cuore) come un respiro.

Pubblicazione album: di prossima uscita

Parole e Musica di Comelinchiostro

2018 Comelinchiostro

Produzione artistica – Livio Boccioni e Comelinchiostro

Registrato e Missato da Livio Boccioni al “The Convent Recording Studio” di Sant’Angelo in Vado (PU)

Mastering – Claudio Pisi Gruer al “Pisi Audio Mastering Studio” di Roma

Videomaker – Comelinchiostro

Vocal Coach – Davide Piludu Verdigris

Artwork – Sabrina Sideri

Hanno Suonato:

Violoncello – Daniela Savoldi

Chitarra Elettrica e Basso Elettrico – Livio Boccioni

Pianoforte, Tastiere e Synth – Alessandro “Mr Poto” Esposti

Tromba – Enrico Lupi

Batteria – Gabriele Mohamed Galal

Chitarra Acustica e Voce – Comelinchiostro

BIO

Comelinchiostro (Giorgio Bravi) è un cantautore del Montefeltro. Influenzato dal Teatro Canzone di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, dal Folk e dal cantautorato italiano ma fortemente contaminato dal Pop elettronico del nord Europa e dall’indie-pop italiano. Inizia a scrivere all’età di 14 anni (canzoni, racconti e poesie) ma nel frattempo si appassiona al teatro di strada e alla commedia dell’arte maturando esperienze da attore e da regista. Con “La Bottega del Rumore Nobile” di cui era il Front Man, mette in fila più di 700 live, un disco (“L’isola dei Conigli”, 2010) e un singolo (“Il Baule”, presentato nel 2015 al Mamamia di Senigallia). Nel 2017 esce il Primo singolo da solista (Chissà) tratto dall’album “Di che cosa hai paura?” di prossima uscita.

Precedente Domenica 8 aprile al Teatro Fontana di Milano l’assemblea nazionale di MIDJ, l’associazione italiana dei musicisti di jazz Successivo FURIA feat. LELLA COSTA: “GIULIETTA” è il singolo della cantautrice milanese che vede la partecipazione straordinaria dell’attrice Lella Costa