“Chaos in Texas” il nuovo successo di Kris Reichert

Inarrestabile l’ascesa di consensi e condivisioni per il nuovo album della Canadese Kris Reichert (del duo Kris & Kris), dal titolo “Chaos in Texas”.

“Il genere predominante è quello country, ed il luogo al mondo che più lo caratterizza è il Texas” racconta Kris spiegando le origini di un titolo così strong, “quando sono rimasta incinta, ho sentito la necessità di scrivere e comporre canzoni seguendo le miei radici, ovvero, la musica che faceva mio padre; quella che lui mi suonava in fondo al letto da piccola per farmi addormentare: la musica folk/country. Poi, allo stesso tempo, non potevo eliminare del tutto qualche accenno che è emerso del rock alternativo che suonavo con il mio gruppo storico “The Jains” ed è per questo che “ Chaos in Texas “  è un album che non è fatto di un genere puro, ma piuttosto di un country, un pò contaminato !”

Cinque i brani, scritti da Kris e prodotti da Max Belladonna: Free, Perfect Thing, Peace of Mind, Sniper on the Roof e What a Joke; di questi, tre i singoli estratti: Free, Perfect Thing, Sniper on the Roof, che con i rispettivi videoclip, l’artista accompagna l’ascoltare in un viaggio introspettivo speziato, in cui i sentimenti che più accomunano come l’amore, la felicità, ma anche le paure, e le pressioni più recondite, si fondono in rassicuranti sottofondi melodici.

Quando ho scritto Free, ( link del videoclip: https://www.youtube.com/watch?v=xJC_LWjqBUI)  per esempio, mi sono immedesimata in una donna che dopo tante sofferenze è riuscita a liberarsi di un rapporto malato, che la opprimeva e che la teneva in catene senza farle davvero sentire l’aria fresca della vita e della libertà. Credo che oltre ad essere una situazione purtroppo che oggi accomuna tante donne, sia un omaggio alla forza e al corraggio, alla necessità di non arrendersi mai per difendere ed ottenere la propria indipendenza. “

Nel videoclip che accompagna il singolo, questa coinvolgente e trainante positività verso la libertà è magistralmente interpretata da Kris che scudo della sua chitarra avanza sicura e trionfante verso la libertà.

“Perfect thing”,  (link del videoclip: https://www.youtube.com/watch?v=N9dy002mtXQ)  è il secondo singolo estrattoquando alcuni anni fa volevo a tutti i costi avere un bambino, e magari attraversavo dei periodi bui in cui rincorrevo quest’idea in modo totalizzante, e più mi addentravo in questi momenti, meno ero serena e meno questo figlio arrivava, il mio compagno Yan mi guardava e mi diceva sempre la “cosa perfetta”, ovvero “perfect thing” … la frase giusta al momento giusto; una carrezza in due parole che mi faceva sentire subito meglio, amata e protetta … poi, finalmente, è arrivato Dylan”. ( il figlio – ndr ).

Condivisioni e visualizzazioni a go go anche per il terzo videoclip, tratto dal singolo, “Sniper on the Roof ” (link del videoclip:https://www.youtube.com/watch?v=nMA9Q4q07kQ

) dove l’artista parla, in un mix tra finzione e realtà, di un uomo giovane aitante e benestante, a cui è stato commissionato un lavoro molto delicato e pericoloso nel quale non può sbagliare in quanto su di lui incombe un cecchino pronto ad eliminarlo all’istante … “una sorta di metafora su quelle che sono le nostre paure quotidiane, la necessità di essere sempre all’altezza di quello che ci viene richiesto, di non mostrare mai i nostri limiti,  rincorrendo sempre le aspettative verso l’immagine e la forma delle cose”… commenta Kris parlando di quest’ultimo estratto.

Ai primi mesi di passi mossi dall’album “ Chaos in Texas “ sul mercato digitale di tutto il mondo, le impressioni di Kris, degli addetti ai lavori, e del nutrito pubblico che la segue, sono del tutto inarrestabili; “ Per la prima volta in vita mia sto facendo una musica che mi rende felice, è proprio solare!” spiega Kris con uno sguardo ed una luce negli occhi inequivocabili sorrido sul palco, e tra la gente, mi sento ricca dentro, lo trasmetto e l’energia che ho in cambio e che si condivide nell’aria è forte, creativa, stimolante; queste mie ultime produzioni si discostano da quelle malinconiche, ed un po’ “incomplete” che ho scritto in passato, e questo mi rende sempre più me”.

A suggellare, se mai ce ne fosse ulteriore bisogno, la riuscita di questo album, non sono tardate poi ad arrivare le recensioni, i passaggi radiofonici, gli acquisti e i riconoscimenti di settore; uno su tutti, il redazionale di otto pagine nella sezione musica, che la rivista più patinata al mondo “Playboy” le ha dedicato nel numero di settembre 2017, dove la modella e cantautrice canadese Kris Reichert, interpretando il lusso, si è vestita della sua chitarra e della sua musica, ed ha confermato ed  abbracciato il meritato successo.