BILANCIO POSITIVO PER IL GEMELLAGIO TRA IL SANREMO MUSIC AWARDS E LA CINA

Bilancio positivo per lo scambio culturale che si è tenuto a Osimo tra la Cina e il Sanremo Music Awards: Tre Artisti campioni della nota Kermesse hanno partecipato alla manifestazione che si è tenuta nelle Marche, allietando il pubblico presente. Impreditori cinesi, imprenditori italiani e Artisti di entrambi i paesi; i cinesi con i loro e gli italiani con i ragazzi del Sanremo Music Awards.

A rappresentare l’Italia c’erano Sara Scognamiglio, ormai la mascotte del Festival che si è esibita con un brano del grande Lucio Battisti e con “Sally” di Vasco Rossi, magistralmente eseguito alla chitarra da Giuseppe D’Amati, anche lui vincitore del Sanremo Music Awards dell’edizione 2017/18. Poi Giuseppe ha presentato il suo brano in promozione “Passo Dopo Passo” e infine Cristian Macrì ha cantato il suo cavallo di battaglia “Tutto in un istante”.

I tre campioni saranno poi ospiti della manifestazione che sarà replicata a Hong Kong nell ‘Ottobre.2018 che vedrà ospiti anche dei Big della canzone italiana.

Nei tre giorni di manifestazione che si è tenuta a Filottrano e Osimo protagonisti sono stati anche gli imprenditori, sia cinesi che italiani abilmente coordinati dalle due associazioni oragnizzatrici dell’evento: La Rivertree e la Italiainnova.

ItaliaInnova è una giovane associazione con sede a Montelupone (Macerata), che unisce imprenditori marchigiani di diversi settori produttivi, dall’arredamento al fashion, dal food alla meccanica. I soci sono una ventina ma il progetto è esteso e nel suo primo evento pubblico fornisce un’occasione d’oro a una vasta fetta di operatori economici marchigiani che del “made in Italy” ne hanno fatta una bandiera, come pure a tanti soggetti pubblici e privati impegnati nello sviluppo turistico del territorio.

“Abbiamo cercato una via pragmatica e operativa per approcciare i mercati internazionali che interessano non solo noi imprenditori marchigiani, ma tutto il territorio nazionale – ha spiegato il presidente dell’Associazione, Paolo Pistola, di Nuova Arte Legno – Il nostro obiettivo è di creare opportunità concrete e verificabili per i nostri operatori economici, tutti uniti dalla volontà di far conoscere e diffondere le nostre eccellenze”.

«Non abbiamo voluto organizzare un evento fieristico, ma un incontro tra culture per creare relazioni durevoli tra gruppi di operatori economici», ha aggiunto il marketing manager Francesca Virgili. “La fisionomia dell’evento è nata dalla fusione di due esigenze: da un lato c’è il nostro desiderio di raccontare il nostro modo di fare Made in Italy, l’artigianalità, l’arte e la storia che ci circondano, dall’altro c’è il desiderio degli operatori cinesi di capire chi siamo e di presentarsi con i loro riti, come nel caso della cerimonia del tè”.

Hanno collaborano all’evento la Rivertree dalla Cina, il Comune di Filottrano, la Bcc di Filottrano, Confartigianato Ancona, Pesaro e Urbino, I prodotti nobili marchigiani e Italiani, Nicola Convertino Management e il Sanremo Music Awards.