Andrea Pozza Aldo Zunino Luca Santaniello Trio Special guest Jesse Davis Valle Christi Jazz 21/07/2017 Rapallo (GE)

Giovedì 21 luglio primo appuntamento con il grande jazz presso la Passeggiata a mare di Rapallo (ore 21.30 ingresso libero) con il concerto “Poker d’Assi” con Andrea Pozza al piano, Aldo Zunino al contrabbasso, Luca Santaniello alla batteria: special guest della serata il grande sassofonista americano Jesse Davis.

In caso di maltempo il concerto andrà in scena al Teatro delle Clarisse (Piazzale Escrivà), sempre a Rapallo.

Un quartetto di artisti eccezionali nel quale spiccano il pianismo di Pozza, caratterizzato da uno stile elegante, attento ai colori, alle sfumature e in perfetto equilibrio fra la solidità di un impianto formale di stampo europeo e l’inventiva fresca e ammaliante di un sound oltre oceanico; la precisione formale, il senso della ritmica, la grande musicalità e la potenza espressiva di Aldo Zunino che ne fanno uno tra i più importanti contrabbassisti del panorama jazzistico nazionale ed internazionale; l’ampia tavolozza timbrica e il fine tocco del batterista Luca Santaniello ed infine, lo stile e l’eleganza del sax di Jesse Davis, una delle stelle più grandi del jazz contemporaneo provenienti da New Orleans, dove è nato nel 1965.

Protagonista della serata la tradizione dello Standard Jazz Americano. Non mancheranno poi brani originali di Andrea Pozza tratti dai suoi più recenti album.

Andrea Pozza ha una solida carriera nazionale ed internazionale che lo ha visto protagonista in Estremo Oriente, in America ed in Europa. Pianista genovese è attualmente riconosciuto dalla critica e dal pubblico come una delle personalità più rappresentative in ambito jazz attualmente in circolazione. Musicista eclettico capace di affrontare con grande disinvoltura qualsiasi repertorio, è sia leader carismatico sia partner ideale per grandi artisti che trovano in lui empatia e innato interplay. Andrea Pozza ha debuttato a soli 13 anni e da allora si è esibito al fianco di alcuni “mostri sacri” della storia del jazz: Harry “Sweet” Edison, Bobby Durham, Chet Baker, Al Grey, George Coleman, Charlie Mariano, Lee Konitz, Sal Nistico, Massimo Urbani, Luciano Milanese e molti altri ancora. Intensa la sua attività concertistica che lo porta costantemente in tour in Italia e in Europa, dalla Gran Bretagna alla Svizzera, dalla Germania al Portogallo, alla guida delle formazioni a suo nome. Pozza collabora stabilmente, tra gli altri, con Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Scott Hamilton, Steve Grossman, Tullio DePiscopo, Dado Moroni, Ferenc Nemeth, Bob Sheppard, Antony Pinciotti, Furio Di Castri e tanti altri. Andrea Pozza è inoltre protagonista di numerosi progetti discografici a suo nome, tra questi, l’album più recente si intitola “Siciliana” realizzato in trio con Andrew Cleyndert e Mark Taylor (Trio Records, Inghilterra, 2016), preceduto da “I Could Write a Book” (gennaio 2014) e “Who cares?” (dicembre 2014) in super audio cd e vinile, in duo con Scott Hamilton“A Jellyfish From The Bosphorus” (ABEAT REC, 2013) in trio, inciso tra l’Italia ed il Regno Unito e “Gull’s Flight” (ABEAT REC, 2011) realizzato con l’Andrea Pozza European Quintet e che coinvolge i musicisti inglesi e olandesi.

Aldo Zunino è una delle colonne portanti del jazz italiano, un contrabbassista stimato e acclamato in patria come all’estero con una carriera ultra trentennale. Musicista completo, dal fraseggio impeccabile, Zunino è da sempre distinguibile per il timbro meraviglioso del suo strumento, che ama suonare dovunque senza alcuna amplificazione. Le sue collaborazioni sono molteplici e blasonate: Benny Golson, Art Farmer, Jimmy Cobb, Tommy Flanagan, Joe Chambers, Gary Bartz, Harry Sweets Edison, Calrk Tery, Ben Rilley, Kenny Burrel, Lester Bowie, Cedar Walton, Tony Scott, Nat Adderley, solo per citarne alcune. Zunino affianca, alla incessante attività live, anche l’attività didattica con corsi e master class in tutta Italia oltre ad essere uno degli insegnanti che partecipano stabilmente al “Bobby Durham’s Jazz Camp” che si tiene ogni anno a Isola del Cantone (Genova).

Luca Santaniello batterista, compositore ed educatore italiano da anni oramai residente a New York City. Le sue competenze in situazioni e contesti musicali differenti, la sua abilità e versatilità, lo hanno portato ad avere molteplici riconoscimenti ed elogi negli Stati Uniti, Europa e Sud America. Entra sulla scena internazionale, esibendosi con alcuni dei grandi maestri del jazz come Joe Lovano, Lee Konitz, Benny Golson, Ron Carter, Roy Hargrove e registrando con le principali  etichette discografiche come la Verve / Universal nell’album della pianista jazz giapponese Chihiro Yamanaka ” Running Wild ” e in alcuni  album di Roberto Tarenzi con il quale incide due album” 13 Floors  “e” Dig Deep” per l’etichetta Music Center  e con il sassofonista Dmitry Baevsky con cui incide “Some Other Spring” per l’etichetta francese Rideau Rouge.

Jesse Davis, uno dei più grandi sassofonisti della scena jazz internazionale, è nato nel 1965 a New Orleans e ha iniziato a studiare il sassofono all’età di dieci anni. Dopo aver preso il suo primo influsso da Grover Washington Jr. e studiato alla Northeastern Illinois University a Chicago, Davis si trasferisce al William Patterson College, nel New Jersey. Approda alle sue prime esibizioni professionali con la Illinois Jacquet big band, tra il 1987 e il 1989. Suona con il Chico Hamiltons Quartet, Junior Mance e Tana/Ried.

Dal 1992 Davis ha guidato diverse formazioni e ha suonato in club, festival e sale da concerto in tutto il mondo. Tra tutti, si è esibito con Hank Jones, Kenny Barron, Mel Torme, Al Grey, Jay McShan, Mulgrew Miller, Phil Woods, Gary Bartz, Charles McPherson, Ray Brown, Ron Carter, Buster Williams, Jimmy Cobb, Alvin Queen, Lewis Nash,Walter Bishop Jr., The Newport Allstars, Jazz at Lincoln Center.

 

Ufficio Stampa Andrea Pozza e Aldo Zunino: Top1 Communication Press Office

Per interviste e recensioni album: [email protected]

Cell. +39 347 0082416

 

 

 

Facebook Comments

437total visits,1visits today

You may also like...