A Mascalucia ritorna lo spettacolo di beneficenza Artisti per un Respiro

Giunto alla sua quarta edizione, torna lo spettacolo benefico “Artisti per un respiro” a sostegno della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica, organizzato dalla Delegazione FFC di Catania – Mascalucia.

Stasera, giovedì 7 Settembre a partire dalle ore 21, all’anfiteatro Trinità Manenti di Mascalucia, grandi artisti del panorama nazionale daranno vita ad un importante spettacolo di solidarietà. Per il quarto anno consecutivo artisti provenienti dallo scenario televisivo nazionale hanno deciso con grande entusiasmo di sostenere la ricerca per sconfiggere la fibrosi cistica, la più diffusa delle malattie genetiche gravi. Dalla prima edizione dello spettacolo Artisti per un Respiro, svoltasi nel 2014, fino alla scorsa edizione sono stati donati alla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica circa 13 mila euro, ricavati dalla vendita dei biglietti., dalla responsabile della Delegazione FFC di Catania – Mascalucia Michela Puglisi.

Sarà una notte di spettacolo, in cui ogni ospite metterà la propria arte al servizio della ricerca per vincere la fibrosi cistica: le performance live di cantanti, ballerini, comici e stilisti daranno vita a uno spettacolo unico nel suo genere. Il direttore artistico Dario Privitera ha spiegato come nasce l’idea di uno spettacolo a sostegno della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica:

“Nasce dall’incontro con Michela Puglisi, responsabile della Delegazione di Catania – Mascalucia della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica e mamma della piccola Giada, anche lei affetta da questa malattia mortale. Abbiamo voluto coinvolgere artisti di calibro nazionale a sostegno della ricerca, per cercare di realizzare il desiderio dei tanti malati di fibrosi cistica: far sì che il respiro non sia più l’affanno mortale di una malattia genetica”.

Lo spettacolo sarà presentato dal direttore artistico Dario Privitera e dalla conduttrice radio/tv Daria Luppino, che insieme ai rappresentanti nazionali del sodalizio spiegheranno al pubblico cosa sia la fibrosi cistica e la quotidianità che impone: essa è la patologia genetica grave più diffusa. Colpisce molti organi, soprattutto polmoni e pancreas. Proprio il danno ai polmoni determina la qualità nonché la durata della vita ed alla fine conduce all’impossibilità di respirare. Al momento, per la fibrosi cistica non c’è guarigione. Chi soffre di questa malattia ha un’aspettativa media di vita che si avvicina ai 40 anni, guadagnati spesso a prezzo di pesanti cure giornaliere che non risparmiano la sofferenza. Colpire alla radice il difetto che causa la fibrosi cistica è lo scopo principale della ricerca. La Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica – Onlus (FFC) svolge il ruolo di agenzia nazionale per la ricerca scientifica sulla fibrosi cistica. Dal 2002 a oggi ha investito oltre 20 milioni di euro, finanziando più di 300 progetti di ricerca, molti dei quali stanno producendo fondamentali passi in avanti nello studio della malattia. Quest’anno l’ intero incasso sarà devoluto per sostenere il progetto di ricerca Task Force for cystic fibrosis.

 

Facebook Comments

105total visits,1visits today

You may also like...