Paolo Recchia Alessandro Florio Duo – Festival Illuminarti 1° giugno ore 21 Piedimonte Matese (Ce)

IMG_9459_lw (2)In occasione della quinta edizione della rassegna “IlluminArti”, alle ore 21 sul sagrato della Basilica di Santa Maria Maggiore di Piedimonte Matese (CE) si esibiranno due tra i migliori talenti della nuova generazione di jazzisti italiani, Paolo Recchia al sax e Alessandro Florio alla chitarra. Due giovani musicisti con percorsi professionali internazionali che incrociano le proprie strade e i propri progetti da solisti per dare vita ad una serata di interplay, improvvisazione e grande jazz. Sensibilità, forza e chiarezza espressiva sono le cifre stilistiche che contraddistinguono Paolo Recchia e il suo sassofono. Fluidità, swing e tecnica sofisticata caratterizzano invece il chitarrismo di Alessandro Florio. Entrambi profondi conoscitori della cultura afroamericana, proporranno famosi standard della tradizione jazzistica internazionale e brani originali di impronta Monkiana a firma dello stesso Florio e contenuti nei suoi ultimi cd “Taneda” e “Roots Interchange” (album pubblicato nel 2015 con Pat Bianchi all’hammond e Carmen Intorre alla batteria, quest’ultimo fulcro della rhythm section di George Benson e di Joey Defrancesco, ed entrambi musicisti del trio di Pat Martino, leggenda della chitarra jazz) e altri brani originali a firma di Paolo Recchia, contenuti nel suo nuovo album “Peace Hotel” pubblicato in contemporanea in Giappone, Italia, Olanda e Sati Uniti, prodotto dall’etichetta giapponese Albòre Jazz.

Recchia esordisce a livello discografico nel 2008 con  “Introducing Paolo Recchia featuring Dado Moroni”; nel 2011 pubblica il suo secondo cd “Ari’s Desire” con ospite il noto trombettista Alex Sipiagin, entrambi per la Via Veneto Jazz e distribuiti EMI Music. Del 2013 è “Three for Getz” il suo terzo album che ha riscosso grandi consensi di pubblico e di critica sia a livello nazionale sia internazionale in due anni consecutivi di tour ed arrivato alla sesta ristampa e che sancisce la collaborazione con l’etichetta giapponese Albòre Jazz tuttora in essere. Paolo Recchia nasce nel 1980 a Fondi, piccola città del sud pontino a metà strada tra Roma e Napoli. Rimane affascinato e si appassiona al sassofono contralto fin da bambino, grazie al padre; inizia a suonare all’età di 11 anni, dedicandosi dapprima agli studi classici e poi al jazz, che scopre ed inizia profondamente ad amare ascoltando alcuni dischi di Charlie Parker e Massimo Urbani.  Ha frequentato master class tenute da Bob Mintzer, Rick Margitza, Billy Harper, Harry Allen, Dave Liebman, Enrico Pieranunzi, Chris Potter, Rosario Giuliani, Paolo Fresu. Molte le collaborazioni illustri, come quella con il pianista David Kikoski (nel 2013) e con Joel Frahm (2008) ospiti delle formazioni a suo nome fino alle più recenti in duo con Danny Grissett, con l’Andrea Pozza UK Connection Trio, con George Garzone e tanti altri nomi illustri del jazz nazionale ed internazionale. Ad ottobre del 2015, Paolo Recchia vince il primo premio alla terza edizione del Festivalul International de Jazz “Johnny Raducanu” a Brăila in Romania, aperto a giovani musicisti jazz provenienti da ogni parte del mondo, in memoria del contrabbassista soprannominato “Mr. Jazz of Romania” – che fondò la Romanian Jazz School e che formò numerose generazioni di musicisti jazz, morto nel 2011 all’età di 79 anni. Oltre alla sua intensa attività concertistica, Paolo Recchia tiene regolarmente lezioni ed è docente di sassofono presso i corsi di formazione per big band a Lanciano.

Dopo essersi diplomato diciannovenne alla “Civica Scuola di Jazz” di Milano dove ha studiato tra gli altri con Franco Cerri ed Enrico Intra, importanti musicisti della scena Jazz italiana, Alessandro Florio ha presto intrapreso l’attività concertistica in Italia esibendosi per un breve periodo col Guitar Ensemble di Franco Cerri e per quattro anni con l’Urban Jazz Trio, formazioni basate su repertori di brani originali. Trasferitosi in Olanda nel 2008 per studiare al Prins Claus Conservatorium (prestigioso conservatorio musicale jazz con corpo docente americano) dove ha ottenuto una laurea in chitarra, arrangiamento e composizione ha poi conseguito un Master in Jazz Performance studiando tra l’Olanda e New York sotto la guida di Freddie Bryant, Mark Whitfield, Paul Bollenback, Ed Cherry, Frank Wingold. Nello stesso periodo ha avuto occasione di collaborare ed esibirsi in Europa e negli USA con musicisti straordinari, tra questi Alex Sipiagin, Mark Gross, David Berkman, Gene Jackson, Don Braden, Pat Bianchi, Carmen Intorre, Bruce Williams, Jerry Weldon e molti altri. Si è esibito, sia in qualità di leader sia di sideman, in USA, Olanda, Germania, Austria, Lettonia, Estonia, Lituania, Romania, Svizzera. Attualmente Alessandro Florio ha all’attivo diverse formazioni, tra cui il trio completato dagli americani Pat Bianchi all’organo hammond e Carmen Intorre alla batteria, con i quali ha inciso a New York l’album “Roots Interchange” uscito nel 2015; il trio gemello con artisti italiani e il duo con il contrabbassista Mattia Magatelli con il quale ha pubblicato l’album “Taneda”.

 

Contatti

Ufficio Stampa Paolo Recchia e Alessandro Florio : Stafania Schintu Top1 Communication

Per interviste e recensioni album: [email protected]

Sito Ufficiale Paolo Recchia: www.paolorecchia.it

Sito Ufficiale Alessandro Florio: www.alessandroflorio.com

15total visits,1visits today

Precedente EMANUELE BASSETTO ARRIVA IL VIDEOCLIP DEL SINGOLO “L’IDEA” Successivo Nuovo brano e video per la cantautrice-filmaker Iravox