L’Uomo Gatto con “Samba”. Il remake di un brano di Don Backy

In radio la scanzonata ed estiva interpretazione del volto più famoso di “Sarabanda” , il quiz musicale condotto da Enrico Papi

Chi non conosce L’uomo Gatto, all’anagrafe Gabriele Sbattella. Il 12 Novembre 2002 è il giorno del suo approdo televisivo nel fortunato programma di Enrico Papi dove, riesce ad arrivare alla finalissima contro il campione mascherato Max (al secolo Giulio De Pascale). Mantiene il suo titolo fino al 19 Febbraio 2003 quando viene spodestato da Diego Canciani da Sabaudia (Latina)  meglio conosciuto  come Tiramisù.
“Sarabanda”
per Gabriele è stato un vero e proprio trampolino di lancio. Successivamente sarà ospite in altre trasmissioni televisive RAI, Mediaset, La7, MTV Italia e Sky. Ultimamente concorrente di Caduta Libera, il fortunato gioco preserale di Gerry Scotti e lo abbiamo visto protagonista di uno scherzo non molto “dolce” organizzato dalle Iene.
Grande intenditore di musica, si è voluto cimentare, con simpatia e senza prendersi troppo sul serio, nell’interpretazione di un brano in versione fresca ed estiva che presenta ai sui ammiratori e al pubblico radiofonico di cui è stato realizzato  anche un coloratissimo videoclip.
I ritmi latino americani (la musica brasiliana in particolare) gli sono sempre piaciuti in quanto gli danno una grande carica e mettono tanta allegria rispecchiando il carattere delle popolazioni di quell’area geografica del mondo.
Un pomeriggio d’estate Gabriele era nei di dintorni di Cento (dove ha vissuto per tre anni e mezzo) insieme alla compagna di allora, Myra. Nell’autoradio della sua automobile girava un cd di Don Backy (Myra è appassionata così come lo è lui della musica “datata” sia italiana che straniera). Rimase affascinato da uno di questi brani, “Samba”, soprattutto per il ritmo. Tutte le volte che saliva sulla macchina di Myra una delle canzoni più gettonate era proprio “Samba”.
Qualche tempo dopo, prima di fare ritorno a Porto San Giorgio, la sua città di origine, trova, al mercatino del riuso di Cento, questo 45 giri e logicamente lo compra.
A febbraio, inviato al Festival di Sanremo come giornalista, durante il tragitto percorso a piedi  dall’appartamento al Pala-Fiori, “Samba” era il brano che amava canticchiare e poi del resto se uno va a Sanremo e non canta è come se si va a Monaco di Baviera e non  beve la birra non trovate ? Poi arriva il giorno dell’incontro con  David Marchetti della Ghiro Records, già produttore di Anna Tatangelo che gli propone e lo convince  a realizzarne una  personalissima versione del brano di Don Backy.
Questa esperienza per  L’Uomo Gatto  è come vivere in un sogno, la base della canzone che arriva e la deve studiare, la sala di registrazione con la cuffia e il microfono (aveva utilizzato cuffia e microfono inizialmente durante il periodo “sarabandiano” e poi come speaker radiofonico) e la sessione di registrazione della canzone ed infine la realizzazione del videoclip.
Ad essere sinceri non è il primo videoclip in cui compare.
La prima apparizione è stata in quello della canzone “Le viole” interpretata dalla cantante Lighea, sua conterranea, poi, qualche mese fa è apparso nel video di “Mooseca” (la canzone di Enrico Papi) fino ad arrivare al video di “Samba”, tutto suo, solo con la splendida protagonista femminile.

https://www.facebook.com/LuomoGatto/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
[email protected]
[email protected]

 

156total visits,1visits today

Precedente BLONDE THERAPY (Pop / Jazzie / Blues / Folk ) live alla Conca D'oro a Salo' Lago di Garda Successivo Il 9 giugno è uscito il primo album di Trankida “Com’è”