Caterina Lazagna con Andrea Pozza e Aldo Zunino “Donne in Jazz” Mercoledì 12 luglio 2017 ore 21.00 Piazza Caprera – Santa Margherita Ligure – Genova

Mercoledì 12 luglio, a Santa Margherita Ligure (ore 21.00, Piazza Caprera), in occasione della rassegna estiva di musica jazz “Donne in Jazz” organizzata dall’Associazione Gezmataz, in scena un trio d’eccezione composto dalla cantante Caterina Lazagna che per l’occasione sarà accompagnata da due grandi artisti genovesi: Andrea Pozza al piano e Aldo Zunino al contrabbasso. Il repertorio proposto comprende brani originali e famosi standard della grande tradizione jazzistica sapientemente arrangiati per questo trio: spazio dunque all’improvvisazione, all’energia sonora e allo swing. Donne in jazz mette in programma un mese di concerti dedicati al mondo musicale femminile e alle sue interpreti, che si avvicenderanno sul palco allestito nel cuore del centro storico di Santa Margherita, Otto appuntamenti ad ingresso gratuito, per scoprire e celebrare il lato femminile del jazz.

Di origini Italo-Egiziane, Caterina Lazagna si diploma nel 1998 in canto presso la Scuola Civica di Jazz di Milano. Dal 1993 ha seguito Master Class presso le Umbria Jazz Clinics della Berklee School di Boston e studiato canto e interpretazione con Mal Waldron, Barry Harris, Bob Stoloff, Maria Joao, Gabriella Ravazzi e molti altri. Nel 2003 vince il concorso Movin’up a New York City per una ricerca sulla cantante Bessie Smith. Nel 2010 consegue la laurea di primo livello in canto Jazz presso in conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e nel 2012 consegue, con il massimo dei voti, la laurea specialistica in canto presso il Conservatorio Niccolò Paganini di Genova. Ha collaborato con musicisti come Franco Cerri, Enrico Intra, Piero Umiliani, Enzo Iannacci, Luciano Invernizzi, Rossano Sportiello, Vittorio Castelli, Andrea Pozza, Luciano Milanese, Marco Volpe, Aldo Zunino, Max Carletti, Luca Santaniello, Romano Mussolini, Lino Patruno, Luis Agudo, Abdembì El Gadari e moltissimi altri. La sua esperienza la porta a fare della sua voce un vero e proprio laboratorio, nel quale abbandona, ma solo in parte, il vocalismo del jazz tradizionale che l’ha vista affermata protagonista. Con le nuove formazioni, rivoluziona la classica formula della cantante con il gruppo in quella della cantante nel gruppo, dividendo con gli altri musicisti le stesse responsabilità per la riuscita di un progetto musicale largamente basato sull’improvvisazione e sull’interplay.

Andrea Pozza ha una solida carriera nazionale ed internazionale che lo ha visto protagonista in Estremo Oriente, in America ed in Europa. Pianista genovese è attualmente riconosciuto dalla critica e dal pubblico come una delle personalità più rappresentative in ambito jazz attualmente in circolazione. Musicista eclettico capace di affrontare con grande disinvoltura qualsiasi repertorio, è sia leader carismatico sia partner ideale per grandi artisti che trovano in lui empatia e innato interplay. Andrea Pozza ha debuttato a soli 13 anni e da allora si è esibito al fianco di alcuni “mostri sacri” della storia del jazz: Harry “Sweet” Edison, Bobby Durham, Chet Baker, Al Grey, George Coleman, Charlie Mariano, Lee Konitz, Sal Nistico, Massimo Urbani, Luciano Milanese e molti altri ancora. Intensa la sua attività concertistica che lo porta costantemente in tour in Italia e in Europa, dalla Gran Bretagna alla Svizzera, dalla Germania al Portogallo, alla guida delle formazioni a suo nome. Pozza collabora stabilmente, tra gli altri, con Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Scott Hamilton, Steve Grossman, Tullio De Piscopo, Dado Moroni, Ferenc Nemeth, Bob Sheppard, Antony Pinciotti, Furio Di Castri e tanti altri. Andrea Pozza è inoltre protagonista di numerosi progetti discografici a suo nome, tra questi, l’album più recente si intitola “Siciliana” realizzato in trio con Andrew Cleyndert e Mark Taylor (Trio Records, Inghilterra, 2016), preceduto da “I Could Write a Book” (Gennaio 2014) e “Who cares?” (Dicembre 2014) in super audio cd e vinile, in duo con Scott Hamilton“A Jellyfish From The Bosphorus” (ABEAT REC, 2013) in trio, inciso tra l’Italia ed il Regno Unito e “Gull’s Flight”(ABEAT REC, 2011) realizzato con l’Andrea Pozza European Quintet e che coinvolge i musicisti inglesi e olandesi.

Aldo Zunino è una delle colonne portanti del jazz italiano, un contrabbassista stimato e acclamato in patria come all’estero con una carriera ultra trentennale. Musicista completo, dal fraseggio impeccabile, Zunino è da sempre distinguibile per il timbro meraviglioso del suo strumento, che ama suonare dovunque senza alcuna amplificazione. Le sue collaborazioni sono molteplici e blasonate: Benny Golson, Art Farmer, Jimmy Cobb, Tommy Flanagan, Joe Chambers, Gary Bartz, Harry Sweets Edison, Calrk Tery, Ben Rilley, Kenny Burrel, Lester Bowie, Cedar Walton, Tony Scott, Nat Adderley, solo per citarne alcune. Zunino affianca, alla incessante attività live, anche l’attività didattica con corsi e master class in tutta Italia oltre ad essere uno degli insegnanti che partecipano stabilmente al “Bobby Durham’s Jazz Camp” che si tiene ogni anno a Isola del Cantone (Genova).

 

Ufficio Stampa Andrea Pozza E Aldo Zunino: Top1 Communication Press Office

Mail: [email protected]

241total visits,1visits today