Any Given Monday, dalla California la house di Seven Davis Jr al Bosco delle Fragole

Seven Davis Jr. nome d’arte di Samuel Davis, ispirato nel nome e nella musica al cantante jazz della famosa “The Candy Man”, si esibirà con i suoi live vocali in jam house contaminate da intermezzi funk e soul futuristico al Bosco delle Fragole all’interno della kermesse estiva di Any Given Monday. Dall’età dei tre anni ha iniziato la formazione professionale da cantante gospel e jazz, maturando poi uno stile acid jazz e R & B. Texano residente a Los Angeles, è cresciuto ascoltando i classici (Michael Jackson, Prince, Stevie Wonder, Aretha Franklin), influenzato anche da gospel, funk e jazz. La sua precoce produzione autoprodotta è tuttavia più allineata alle vivaci scene elettroniche di Los Angeles e della California del Nord. I suoi suoni sono stati paragonati a quelli di Detroit e Minneapolis, più vicini ad house e jungle. Dopo gli esordi come vocalist/producer, è diventato poi anche dj. Ha condiviso il palco con molti musicisti (da Gilles Peterson a Badbadnotgood), ha partecipato a diverse trasmissioni della BBC Radio. È apparso con i Cold Cut (fondatori di Ninja Tune) nell’Essential Mix che celebrava il 25° anniversario di Ninja Tunes e a breve inizierà la sua prima dj residency presso il celebre The Nest di Londra. Tra il 2012 e il 2014 , ha pubblicato diversi progetti su varie etichette come Must Have Records, Classic, Ten Thousand Yen  (a fianco di Doc Daneeka) e Funkineven’s Apron Records, fino a quando ha firmato con la Ninja Tune e nell’estate del 2015 lancia l’album di debutto intitolato Universes.
Completano la serata i dj resident di Any Givem Monday Discount e Mokai con le loro tipiche selezioni indie electro rock tropical bass.

Lunedì 4 luglio
ore 23
Il Bosco delle Fragole
Piazzale dello Stadio Olimpico, 8 – Roma
Ingresso Euro 8 (compresa consumazione fino a 00.30)
Infoline 3288640362

21total visits,1visits today

Precedente Online il nuovo video di Gianluca Corrao: Amanti d'estate Successivo Karima 2G: il video di “Africa”, una rivoluzione innescata dal nuovo ritmo sudafricano