Alessandro Florio special guest di Simone Sala Trio Giovedì 15 giugno ore 22.00 “AiLAiKit” Minori (Salerno)

Giovedì 15 giugno presso “AiLAiKit” Eat and Drink in the Factory di MInori (Salerno) in scena “La notte del Latin Jazz” con il talentuoso chitarrista amalfitano Alessandro Florio ospite del trio del pianista Simone Sala, completato da Mino Berlano al basso e Oreste Sbarra alla batteria.

Il repertorio proposto comprende una ricca serie di brani firmati da Michel Camilo, pianista e compositore dominicano, vincitore tra l’altro di un Grammy nella sezione Best Latin Jazz Album. Spazio anche a composizioni originali del leader Simone Sala e di Alessandro Florio, tratte dai suoi ultimi lavori discografici. Saranno anche proposti famosi standard della grande tradizione jazzistica sapientemente riarrangiati per l’occasione: spazio dunque all’improvvisazione, all’energia sonora in nome dell’immancabile interplay.

ALESSANDRO FLORIO (chitarra)

Alessandro Florio ha pubblicato due album, “Taneda”, ispirato alla musica di Thelonious Monk, realizzato in duo con il contrabbassista Mattia Magatelli; e “Roots Interchange” realizzato tra l’Italia e gli USA con due tra i più importanti e quotati musicisti della scena jazzistica internazionale: Pat Bianchi all’hammond e Carmen Intorre alla batteria.

Dopo essersi diplomato diciannovenne alla “Civica Scuola di Jazz” di Milano dove ha studiato tra gli altri con Franco Cerri ed Enrico Intra, Alessandro Florio ha presto intrapreso l’attività concertistica in Italia esibendosi per un breve periodo col Guitar Ensemble di Franco Cerri e per quattro anni con l’Urban Jazz Trio, formazioni basate su repertori di brani originali. Trasferitosi in Olanda nel 2008 per studiare al Prins Claus Conservatorium (prestigioso conservatorio musicale jazz con corpo docente americano) dove ha ottenuto una laurea in chitarra, arrangiamento e composizione, ha poi conseguito un Master in Jazz Performance studiando tra l’Olanda e New York sotto la guida di Freddie Bryant, Mark Whitfield, Paul Bollenback, Ed Cherry, Frank Wingold. Nello stesso periodo ha avuto occasione di collaborare ed esibirsi in Europa e negli USA con musicisti straordinari, tra questi Alex Sipiagin, Mark Gross, David Berkman, Gene Jackson, Don Braden, Pat Bianchi, Carmen Intorre, Bruce Williams, Jerry Weldon e molti altri. Si è esibito, sia in qualità di leader sia di sideman, in USA, Olanda, Belgio, Germania, Austria, Lettonia, Estonia, Lituania, Romania, Svizzera, Grecia e Indonesia.

SIMONE SALA ha fatto della versatilità e della varietà di genere il fulcro del suo messaggio artistico esibendosi ormai da diversi anni sia in Italia sia all’estero con spettacoli che toccano diversi generi musicali; dalla Classica al Jazz, dalle Colonne sonore alla Musica Latina, dal Cantautorato a brani originali collaborando sia in qualità di Pianista che di Art Director con Artisti di grandissimo spessore provenienti dalle più disparate estrazioni musicali ed artistiche; da Mario Biondi a Silvia Mezzanotte (Matia Bazar), da Michele Placido a Paola Gassman, da Tullio de Piscopo a Billy Cobham, da Vinicio Capossela a Massimo Lopez, da Michel Camilo ad Al Di Meola, solo per citarne alcuni.

Contatti Ufficio Stampa Alessandro Florio: Top1 Communication

Mail: [email protected]

202total visits,1visits today

Precedente Elly torna con il suo nuovo singolo "Mare amare" Successivo Kento & the Voodoo Brothers, H.I.P. H.O.P. è il nuovo estratto da Da Sud