Aida Satta Flores in concerto al PalaFiori di Sanremo l’ 11 febbraio ore 18,30

_vnz5278

Unico concerto-evento, in conclusione della XII edizione di Sanremo D.O.C. Musica di Origine Controllata. Dirette e differite TV (Sky, Digitale terrestre, web): un’ora e mezza live e  diretta TV.

Aida Satta Flores ha da poco festeggiato il trentennale dalla sua prima partecipazione al Festival di Sanremo (1986 con Croce del Sud) con il concerto ”Tacco e stacco – il mio canto contro i femminicidi”, nella sua città, Palermo, il 30 dicembre 2016 all’Auditorium dell’Accademia Erato, reduce dal trionfo a SanremoSenior (17 dicembre 2016 Teatro del Casinò di Sanremo).

La cantautrice siciliana sarà in concerto, sabato 11 febbraio, nella stessa giornata della finale del Festival di Sanremo, con il suo Bellandare, al Palafiori di Sanremo, alle ore 18,30…due ore prima la finale Festivaliera, unica artista in concerto, evento conclusivo della XII ediz. Di Sanremo D.O.C. Musica Di Origine Controllata, programma televisivo in diretta e in differita,

Accanto a lei, la sua band di musicisti Siciliani: Alessandro Valenza al pianoforte; Davide Rizzuto al violino; Giovanni Mattaliano ai fiati; Raffaele Pullara alla fisarmonica; Davide Femminino al contrabbasso; Gaspare Costa alla batteria; Leonardo Bruno: ingegnere del suono e co-produttore artistico, insieme ad Aida, dell’album “Bellandare”, pubblicato su etichetta Riserva Sonora – Distribuito Self, disponibile anche su tutte le migliori piattaforme digitali.

Il concerto, inserito strategicamente nelle due ore precedenti la finale del Festival di Sanremo, sabato 11 febbraio 2017, è ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

Aida dedica il concerto “Bellandare” al 50° anniversario della scomparsa di Luigi Tenco, 1967/2017. “Ciao Luigi Ciao”, parafrasando la canzone che Tenco cantò sul palco del Festival di Sanremo 1967 “Ciao amore ciao”, vuole essere un ricordo ed un tributo agli artisti veri che non muoiono mai, sopravvivendo attraverso le loro opere (parole, musiche, romanzi, quadri, canzoni…), ma anche un messaggio di speranza per tutti gli artisti contemporanei disorientati da quanto circola intorno, tra media e major discografiche, che per la Satta Flores hanno omologato gusti ed identità, minando e cambiando l’ascolto.

Non a caso il concerto si apre con la traccia ghost dell’album, ove Aida elenca tutto ciò che non sopporta…e subito dopo con A cuore nudo, un personale manifesto sul ruolo dell’artista nella società. Nell’album Aida ha affidato alla voce di Leo Gullotta l’”abbanniata” del vero pericolo di oggi, la morte della Poesia e della Bellezza. (quando non regnava la Televisione, le notizie venivano date sulle strade, nelle piazze, dai banditori).

“C’è un’assenza in giro di Bellezza, qui ci vuole un viaggio all’incontrario…” è il sunto di quanto vuole esprimere in tutto il concerto l’artista Siciliana, intravedendo un “andare che spalanchi gli occhi al blu…” nel ruolo dell’Artista vero, im-mediato, non mediato dai media o seriale.

 Gran parte del concerto è dedicata alle canzoni di Bellandare in cui han collaborato artisti come Leo Gullotta, Edoardo De Angelis, Mimmo Locasciulli, Giovanni Sollima.

Aida reinterpreterà anche alcune sue canzoni dal sapore più popolare che ha composto abbracciando e valorizzando le bande siciliane, nel progetto “Aida Banda Flores”, che l’ha vista protagonista di numerosi concerti di successo, tanto da trarne l’omonimo CD-live, portandola in giro tra i più rinomati Festival e Rassegne Italiani, come: O’ Scià 2006, in duetto con Claudio Baglioni; I,II e III edizione  dell’Independent Music Day, al fianco di Povia e Baccini, a Sanremo, in p.zza Cristoforo Colombo; a Benevento, in p.zza Castello; a Faenza, nell’ambito del M.E.I., a p.zza del Popolo; “Quattro notti e più di luna piena”, in concerto in p.zza Traiano, il 9 luglio, dove si esibì anche Nicola Piovani e la sua orchestra; Premio De Andrè (Roma); Premio Mia Martini (Bagnara Calabra); Premio Lunezia al valore musical-letterario della canzone d’Autore Italiana (Aulla); Festival Internazionale Suoni dal Salento (Copertino); Festival Contro (Aosta)…

“Canzone Semplice, dall’album “Aida Banda Flores”, è la canzone pura, al di là delle mode, immutata e libera, senza condizionamenti “alzo il volume della Vita perché la Vita è un’altra cosa e una canzone non lo sa”.

Poche le cover, come “L’abbigliamento di un fuochista” di F. De Gregori che, in scaletta, Aida avvicina ad una sua canzone dedicata al figlio “La solitudine magnifica”. Questa canzone sostiene il progetto “Mitsiky” (in malgascio significa “sorriso”) dell’A.P.A. (Accademia di Psicologia Applicata), a sostegno di mamme e bambini che vivono nella discarica di Antsirabe, in Madagascar.

Altre 2 sole cover, nel concerto: “Tutto bene”, di Mimmo Locasciulli e Greg Cohen, che Aida sente così sua tanto da inserirla, in duetto con Locasciulli, anche nell’album “Bellandare”; “A me mi piace vivere alla grande” che Franco Fanigliulo presentò al Festival di Sanremo 1979.

Per la Satta Flores gli artisti veri annusano i tempi che verranno, come fece Fanigliulo, testimone di come e quanto i tempi stessero cambiando, se un regista ed artista colto come Franco Zeffirelli si prestò, all’epoca, per firmare la pubblicità di un paio di jeans (Jesus).

Canzone finale, come nell’album, “Il tempo di cantare”

Aida narra che mentre era in studio di registrazione, in uno “stato di grazia”, sulle montagne Siciliane di Petralia Soprana, apprendendo della morte di Lucio Dalla, mise un piede in una “cacca di mucca”, col naso all’insù ad osservare il volo dei fenicotteri rosa.

Rientrando in studio, volle concludere la canzone, e l’intero album, registrando il canto delle cicale e un refrain musicale di Dalla, tratto da “Le rondini”.

 In onda su MUZIC TV Sky HD 951 ; OK ITALIA (canale nazionale 170 del digitale terrestre ); sul WEB su www.globetvchannel.com   e    www.dettaglitv.com.

Aida Satta Flores

Note biografiche

1981 – Vince il Concorso Teen-agers sezione Canto e Teatro.

1985 – Vince il Concorso per voci nuove di Castrocaro, convincendo all’unanimità il patron Gianni Ravera, pubblico e stampa, cantando “Alkaïd”.

1986 – Partecipa al Festival di Sanremo con il brano “Croce del Sud”, firmata assieme a Roberto Colombo ed Elio Aldrighetti.

1989 – Vince il Premio della Critica al Festival di Sanremo con “Certi Uomini”,  prodotto da Gino Paoli. Partecipa alla 2a ediz. del “Concerto d’Autore al femminile”, manifestazione organizzata da Amilcare Rambaldi e Club Tenco, insieme a Vanoni, Martini, Casale, Turci, Poli e Nava.  Vince il Premio “Rino Gaetano” come migliore autrice di testi e musiche.

1992 – Prodotta dai “Nomadi”, partecipa al Festival di Sanremo: “Io scappo via”.

1993 – Pubblica l’album “Il profumo dei limoni” (CGD) che contiene il brano “Un bersaglio al centro” in duetto con Augusto Daolio, a lungo sigla televisiva di RAI 1 della trasmissione “Bella Estate”. Segue tournée a fianco de i Nomadi.

2000 –  Con la Compagnia del Teatro Biondo Stabile di Palermo, recita e canta in “Annata Ricca”, commedia musicale tratta da Martoglio, con T. Musumeci, Giustino Durano, Scaldati, Saraceni, in cartellone nei Teatri stabili di Milano, Venezia, Trieste, Padova, Messina, Palermo, Ragusa, Trapani, Brescia.

2003 –   Pubblica il suo secondo album “Voglio Portarti Musica”.

2004 e 2005 –  Aida scrive la canzone “La voce dell’amore” che i Nomadi scelgono di interpretare nel loro album di successo “Corpo estraneo”. I Beni Culturali della Regione Siciliana sposano l’idea di Aida di coniugare la musica d’autore con le sonorità bandistiche, promuovendo il tour “Aida Banda Flores”, che riscuote enorme successo di pubblico e stampa.

2006 –  Pubblica, per la Sicilia, il suo terzo album, il cd-live “Aida Banda Flores”,  impreziosito dalla copertina di Sergio Staino. Invitata da Claudio Baglioni a Lampedusa, all’evento O Scià, la sera del 29/09 i due artisti regalano uno dei momenti più emozionanti, in un duetto di loro canzoni.

2007 – Il 28 giugno Aida è ospite del Premio De Andrè, VI edizione, a Roma, con Simone Cristicchi ed Antonella Ruggiero.

2008 – Il 9 ottobre riceve il prestigioso Premio Speciale Mia Martini “Donna Live”, a Bagnara Calabra.

Aida è ospite dell’Independent Music Day, al fianco di Baccini e Povia, a sostegno della Musica Italiana: I edizione 28 febbraio – Sanremo; II ediz.  9 luglio – Benevento; III ediz. 29 novembre –  Faenza (nell’ambito del M.E.I.).

Il 26 luglio ad Aulla (Massa) le viene riconosciuto il Premio Lunezia live 2008 al valore musical-letterario delle sue canzoni. Il 9 luglio presenta a Benevento, il cd-live+dvd “Aida Banda Flores”, su etichetta Latlantide, edizioni Emi Publishing.

2009 –   Il 23 agosto Aida prende parte, in concerto, al Festival “Contro”, il Festival della Canzone d’impegno, a Castagnole Lanze (Asti), con i Nomadi, Negrita, Dirotta su Cuba, Cisko…Il 21 agosto riceve 2 riconoscimenti durante il suo concerto a Copertino (Lecce), nell’ambito del Festival Internazionale Suono dal Salento: il Premio Miglior Artista 2008/2009  e il Premio Fuori dal coro”. Il 21 giugno Aida riceve 2 prestigiosi riconoscimenti al Festival degli Autori di Sanremo, al teatro del Casinò di Sanremo: Premio della Critica e Premio Miglior Musica, per l’inedito “A cuore nudo”, special guest Leo Gullotta, arrangiamenti Leonardo Bruno, concept video Oliviero Toscani.               Il 14 febbraio Aida è ospite del XVII Tributo ad Augusto Daolio, leader storico de i Nomadi, a Novellara (R. Emilia), insieme a Giusy Ferreri e Ligabue.

2011 –  Con una nuova formazione musicale, effettua i concerti del tour “A cuore nudo” che ottengono grandi consensi, di pubblico e stampa : tra il “simil-jazz” ed il popolare, senza mai scordare la vena ironica.

2012 – Aida scrive e registra molte nuove canzoni per l’album “Bellandare”. Lavora senza sosta in studio, ospitando amici artisti: Giovanni Sollima, Leo Gullotta, Locasciulli, Edoardo De Angelis, Vincenzo Mancuso, G.Milici, G. Parisi, etc…

2013  –  La post-produzione dell’album “Bellandare” viene realizzata da Fabrizio De Carolis, al Reference Mastering di Roma (Gualazzi, Giorgia, Silvestri…).

2014 – Il 06/05/2014 il primo singolo “Tacco e stacco”, special guest Giovanni Sollima, fa da apripista al nuovo album, col videoclip di Joshua Wahlen e Alessandro Seidita (Uroboro Project). Promozione del singolo: Antonio Laino, ProSyncro, sync radio e tv; uff. stampa Alessandra Carnevali e Sabrina Taddei.

2015 – Il 3 febbraio “Bellandare” viene pubblicato su etichetta Riserva Sonora, distribuito Self. Il 10 maggio presenta nella Sala Consiliare di Palazzo delle Aquile, a Palermo, il progetto umanitario “La solitudine magnifica…perché Ignorarli è Ignoranza”, in collaborazione con la ONG APA (Accademia Psicologia Applicata), a sostegno delle mamme e dei bambini che vivono nella discarica di Antsirabe, in Madagascar. Aida è l’unica artista presente alla Fiera del Disco, il 7 giugno a Catania, all’hotel Excelsior, il 14 giugno a Palermo, al San Paolo Palace. Il 20 giugno ha partecipato alla mostra di Augusto Daolio, leader storico dei Nomadi, allestita nel Museo dei Pupi Siciliani, a Randazzo. Il 21 giugno ha presentato l’album “Bellandare”, in concerto, all’Auditorium Rai di Palermo. Il 26 luglio un brutto incidente la costringe ad annullare il tour estivo.

Il 22 dicembre, al Teatro Al Massimo di Palermo, presenta il progetto umanitario “La solitudine magnifica”, in concerto.                                        Nell’ambito del Natale 2015 Comune di  Palermo, realizza n.3 concerti, “Pane d’autore”, nei presidi ospedalieri del Buccheri La Ferla-Fatebenefratelli, all’Ospedale dei Bambini “Di Cristina” e all’Hospice del Civico-Arnas.

2016 – Il 21 febbraio, al Teatro Finocchiaro di Palermo, Aida idea ed organizza il concerto-salotto “Le musiche di Futura”, facente parte la prima edizione dell’articolato evento “e se è una femmina si chiamerà Futura”, una Festa della Donna “all’incontrario”, che si auspica possa protrarsi ogni anno, dal 21 febbraio all’8 marzo, in memoria di Eleonora Letizia Futura, “la ragazza con la chemio nella borsetta”. Il 7 marzo il secondo appuntamento, “I colori di Letizia”: i Murales di Davide Furìa Servo Duedueduekk, donati al D.H. Oncologico del Buccheri La Ferla e al nuovo centro di accoglienza notturno del Fatabenefratelli. L’8 marzo il terzo appuntamento, “Le parole di Eleonora: dal suo blog”, convegno medico-poetico, nell’Aula Polifunzionale del Buccheri La Ferla.

Il 17 dicembre Aida vince tutti i premi alla finale di SanremoSenior, al Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo: Premio dello Studente; Primo Premio della Giuria Categoria Cantautori; Premio Grand Prix, assegnato dalla Giuria Internazionale,su tutte e quattro le categorie (cantautori, interpreti, musicisti e basn) che le consente di andare, come ospite, alle finali di SanremJunior e G.E.F. (il Festival Internazionale della Creatività nelle Scuole), al Teatro Arirston, nel maggio 2017, su RAI1.

Il 30 dicembre festeggia il trentennale dalla sua prima partecipazione al Festival di Sanremo 1986 (“Croce del Sud”), nella sua città, a Palermo, nell’Auditorium dell’Accademia Erato. gremito di fans, giornalisti e pubblico da grandi ovazioni.

2017 – 11 febbraio, in concerto al Palafiori di Sanremo – Evento conclusivo della XII ediz. Di Sanremo D.O.C. Musica Di Origine Controllata

 

14total visits,1visits today

Precedente MARIA MONTI a "Per Chi Suona La Campana" - Roma, @TeatroArciliuto il 6 febbraio Successivo Successo per il concorso canoro Cantando Sanremo